Foto mai viste prima mostrano Banksy da adolescente molto prima che diventasse il timido artista superstar che vale milioni mentre i compagni di scuola dicono che è un “mistero” che le persone fingano ancora che sia “anonimo”

Queste foto mai viste prima mostrano Banksy molto prima che diventasse il timido artista superstar.

L’adolescente Banksy – la cui vera identità è l’ex studente pubblico Robin Gunningham – viene mostrato mentre fa il clown con i compagni di classe durante una gita sugli sci – e in un’altra foto si crede che sia lui, mentre visita il Muro di Berlino prima che cadesse.

Forse non sorprende che il guerrilla stenciler, le cui opere sono state vendute per milioni, fosse notato come un artista di talento già allora, quando frequentò la prestigiosa Cathedral School di Bristol dopo aver iniziato la scuola da 700 sterline a trimestre nel 1984.

Il suo talento creativo ha trovato sbocco non solo nelle lezioni di arte, ma anche sul palco, dove, secondo la rivista scolastica The Cathedralian, ha interpretato il ruolo di “Ant Commander” nel suo primo anno in una performance di The Insect Play, ed è stato festeggiato come ‘comandare e avere una presenza scenica’. Lo stesso anno è titolare nella squadra Under 12 di rugby.

È forte la tentazione di chiedersi se, se avesse scelto la carriera di attore, il nome dell’attore Gunningham sarebbe noto quasi quanto quello dell’artista Banksy.

Un Banksy adolescente, il terzo da destra, raffigurato con i compagni di classe della prestigiosa Cathedral School di Bristol durante una gita scolastica a Berlino

Banksy, il cui vero nome è Robin Gunningham, era uno studente della scuola da 700 sterline a trimestre

Banksy, il cui vero nome è Robin Gunningham, era uno studente della scuola da 700 sterline a trimestre

Alla fine del primo anno è apparso in “Seduto in cima al mondo”, descritto come una “commedia ironica e spiritosa”.

Gunningham si è aggiudicato uno dei due ruoli principali, interpretando Bill, un costruttore, appeso in cima a un palazzone completato a metà.

Il Cathedralian lo scelse per gli elogi, riferendo: ‘Una menzione speciale deve andare a Robin Gunningham per [his] prestazione professionale e chiara.”

Ed è stato uno dei due ragazzi a ricevere un Junior Acting Award quell’anno, insieme a un premio scolastico inglese al “giorno del discorso” tenutosi nella cattedrale del XII secolo.

La recitazione continuò durante il suo secondo anno di scuola quando apparve di nuovo sul palco come uno dei gentiluomini sordi in “Post early for Christmas”, una commedia in un atto ambientata in un affollato ufficio postale e rappresentata durante una pausa pranzo nel dicembre 1985. Nel maggio 1986 ha interpretato “Blue Eyes” in una produzione del musical Tin Pan Ali.

Nel 1987, Gunningham passò al dibattito e divenne membro della Junior Debating Society, guadagnandosi il soprannome di “The Guru”.

Al terzo anno, il suo talento artistico fu riconosciuto quando il suo schizzo stilizzato “Il viaggiatore nel tempo” apparve sulla rivista della scuola, firmato con una “R” distintiva.

Nella primavera di quell’anno partecipò alla gita scolastica sulla neve a Bardoneccia, in Italia, località conosciuta come “la Perla delle Alpi”, soggiornando presso l’Hotel Sommellier con compagni di classe e insegnanti.

Banksy è andato a sciare con i suoi compagni di classe, nella foto, più volte mentre era a scuola

Banksy è andato a sciare con i suoi compagni di classe, nella foto, più volte mentre era a scuola

Robin Gunningham e Robert del Naja dei Massive Attack

Robin Gunningham e Robert del Naja dei Massive Attack

Anche se il suo vero nome è di dominio pubblico da 15 anni, grazie a un'indagine di Mail on Sunday, i fan servili di Banksy sono conniventi nell'ignorare questo fatto

Anche se il suo vero nome è di dominio pubblico da 15 anni, grazie a un’indagine di Mail on Sunday, i fan servili di Banksy sono conniventi nell’ignorare questo fatto

La rivista della scuola riportava che “la Pizzeria/Crêperie ‘La Fillande” e il bar locale erano i luoghi di ritrovo preferiti. Tra gli altri piaceri dell’aprés-ski c’è stata la discoteca e la serata di calcetto’.

Nel luglio 1987, Gunningham prese parte alla “Soiree Francaise” di fine trimestre, con “Schizzi, canzoni, musica, vino, formaggio, video” eseguiti ai genitori in francese.

Nel marzo 1988 tornò sulle piste durante la gita scolastica sulla neve a Marilleva, in Italia, con altri alunni in viaggio tra cui James Averis, un futuro lanciatore veloce di Gloucestershire County Cricket, che giocava anche a rugby professionistico per Bristol e Harlequins.

Nel 1988, Gunningham arrivò terzo ai premi della mostra d’arte della scuola e il suo fumetto “La storia di Fred e la ruota” fu presentato nella rivista della scuola. Era una parte fondamentale della squadra di hockey. giocando in porta e guadagnandosi la reputazione di fare parate spettacolari. Ha continuato a giocare in porta per la squadra di hockey nel suo ultimo anno prima di lasciare nel 1989 dopo aver conseguito il GCSE.

Un suo ex coetaneo ha detto al MailOnline: “È strano vedere queste foto adesso, dato che allora era solo un altro scolaretto e, sebbene avesse ovviamente talento artistico e recitativo, per il resto era solo uno dei ragazzi.

“Nel 2008 eravamo tutti piuttosto sorpresi di essere stati a scuola con questo personaggio di Banksy, ma il mistero ancora più grande era perché le persone in alcuni settori dei media e del mondo dell’arte continuano a fingere che sia anonimo.

“Suppongo che faccia tutto parte del suo fascino e che i suoi lavori non raggiungerebbero le cifre ridicole che raggiungono se fosse semplicemente il vecchio Robin Gunningham di Bristol.”

L’opera più celebre e costosa di Banksy, Love is in the Bin, è stata venduta all’asta nel 2021 per 18,6 milioni di sterline.

La sua immagine Ragazza con palloncino, da cui l’opera ha avuto inizio, è stata considerata “l’opera d’arte più amata della nazione”, più popolare di The Hay Wain di John Constable.

È stata venduta per la prima volta nel 2018 come copia incorniciata dell’opera d’arte, raggiungendo £ 1.042,00, quindi un record per le sue opere.

L'opera d'arte Love is in the Bin di Banksy è stata messa all'asta da Sotheby's, Londra, dove è stata venduta per £ 18.582,00 nel 2021

L’opera d’arte Love is in the Bin di Banksy è stata messa all’asta da Sotheby’s, Londra, dove è stata venduta per £ 18.582,00 nel 2021

Un'opera d'arte nel nord di Londra, attribuita al guerrilla graffiti artist Banksy, è raffigurata su Essex Road a Islington il 4 marzo 2008

Un’opera d’arte nel nord di Londra, attribuita al guerrilla graffiti artist Banksy, è raffigurata su Essex Road a Islington il 4 marzo 2008

Qualche istante dopo l’offerta di chiusura, l’opera iniziò ad autodistruggersi per mezzo di un distruggidocumenti meccanico nascosto che Banksy aveva incorporato nella parte inferiore della cornice, ma si fermò inaspettatamente a metà strada.

Solo la metà inferiore è stata distrutta e Banksy ha pubblicato un’immagine della distruzione su Instagram con le parole “Andando, andando via”.

La donna che vinse la gara all’asta decise di procedere con l’acquisto, che fu ribattezzato Love Is in the Bin e autenticato, prima di raggiungere il prezzo molto più alto tre anni dopo.

Michel Boersma, curatore della mostra The Art of Banksy, in Regent Street a Londra, ha dichiarato l’anno scorso al Mail di essere “convinto” che la gente non voglia conoscere l’identità di questo Robin Hood dell’arte.

Flying Copper di Banksy, in mostra alla mostra The Art of Banksy il 17 maggio 2023

Flying Copper di Banksy, in mostra alla mostra The Art of Banksy il 17 maggio 2023

Invece di chiamarlo con il suo vero nome ¿ Robin Gunningham ¿ c'è un'omertà surreale, con la sua vera identità deliberatamente camuffata

Invece di chiamarlo con il suo vero nome – Robin Gunningham – c’è un’omertà surreale, con la sua vera identità deliberatamente camuffata

L'amore è nell'aria (Flower Thrower) di Banksy

L’amore è nell’aria (Flower Thrower) di Banksy

Ha detto: ‘Il pubblico non vuole che il mistero finisca perché è una bella favola. Il mondo dell’arte non vuole che la sua identità sia conosciuta perché ciò toglierebbe qualcosa alla mistica – e la mistica fa soldi.’

Gunningham lasciò la scuola a 16 anni e iniziò a dilettarsi nella street art. L’anno successivo, come parte dell’operazione Anderson, la polizia sotto copertura arrestò 72 artisti in tutta la Gran Bretagna con l’accusa di danni penali. Tra gli arrestati figurava Tom Bingle, un artista di graffiti riconosciuto essere il complice di Banksy, che ora gestisce la sua compagnia d’arte chiamata Inkie. È stato assolto.

Gunningham non è stato arrestato e non c’è alcuna traccia del suo arresto. Ma l’artista ha confessato che ormai era diventato esperto nell’eludere la polizia, aiutato dal fatto che, fino a quando il MoS non lo ha scoperto, il suo nome era un mistero. Nel suo libro Wall And Piece, Banksy ha detto: “Quando avevo 18 anni, ho passato una notte cercando di dipingere ‘di nuovo tardi’ in grandi lettere a bolle d’argento sul lato di un treno passeggeri. È arrivata la polizia dei trasporti britannica e sono stato fatto a pezzi mentre scappavo attraverso un cespuglio spinoso. “Il resto dei miei compagni è arrivato alla macchina e è scomparso, così ho trascorso più di un’ora nascosto sotto un autocarro con cassone ribaltabile con l’olio del motore che mi colava addosso.”

Una sezione di un’opera che Bansky ha realizzato durante il lockdown nel suo bagno. L’artista ha sottotitolato il post sui social media: “Mia moglie odia quando lavoro da casa”

Turf War di Banksy che presenta un'illustrazione di Winston Churchill con un Mohicano

Turf War di Banksy che presenta un’illustrazione di Winston Churchill con un Mohicano

Ultime Notizie

Back to top button