Francia e Italia denunciate dalla Commissione Europea per eccesso di spesa

Se vincesse RN, l’azione dell’UE potrebbe servire a limitare i suoi piani di spesa che mescolano tagli fiscali e protezionismo. La Francia e gli altri paesi dovranno presentare in autunno una tabella di marcia alla Commissione che definisca come intendono riportare in linea i propri bilanci. In definitiva, potrebbero essere multati se non lo fanno.

La cosiddetta procedura per disavanzi eccessivi (PDE) è progettata per contenere la spesa nei paesi che superano il rapporto deficit-PIL del 3% dell’UE.

“[The EDP this year] non implica stigma, perché riflette la situazione collettiva di metà dell’Eurozona dopo un periodo straordinario che ha coinvolto il Covid-19 e così via”. Lo ha affermato Jeromin Zettelmeyer, capo del think tank Bruegel a Bruxelles.

Secondo un diplomatico dell’UE, l’UE lascerà fuori dai guai i paesi che oscillavano intorno alla soglia del 3%, come Austria e Spagna.

Si prevede che anche gli Stati con un’elevata spesa per la difesa, come la Repubblica Ceca e l’Estonia, verranno risparmiati dalla PDE, nonostante abbiano superato il limite di spesa nel 2023. La Romania era già in questo processo.

Ultime Notizie

Back to top button