Gli attivisti per il clima prendono di mira opere d’arte vicino al parlamento tedesco

BERLINO, GERMANIA –

Attivisti per il clima hanno spruzzato un liquido scuro su un’opera d’arte sabato vicino al palazzo del parlamento tedesco. La profanazione dell’arte, incisa con articoli chiave della costituzione del paese, ha attirato la condanna del presidente del parlamento e di altri legislatori.

Il gruppo Last Generation ha affermato che i sostenitori hanno simbolicamente “imbevuto di ‘olio’” l’installazione all’aperto – una serie di lastre di vetro su cui sono incisi 19 articoli della Costituzione tedesca che stabiliscono i diritti fondamentali. Hanno incollato poster sull’opera con la scritta “Petrolio o diritti fondamentali?”

Il gruppo ha affermato in una dichiarazione che “il governo tedesco non sta proteggendo i nostri diritti fondamentali” e ha sostenuto che continuare a bruciare petrolio è incompatibile con ciò.

La portavoce del parlamento Barbel Bas ha dichiarato di essere sconvolta dall’azione e di non “capirla”. Ha detto che l’opera dell’artista israeliano Dani Karavan, intitolata “Grundgesetz 49” dal nome tedesco della costituzione del secondo dopoguerra e dall’anno in cui è stata redatta, è un richiamo al rispetto e alla protezione di diritti come la libertà di espressione e montaggio.

“Questi sono i diritti fondamentali su cui gli stessi manifestanti di Last Generation basano la giustificazione delle loro azioni”, ha detto Bas in una nota. “Posso solo sperare che le lastre di vetro dell’opera d’arte non siano state danneggiate in modo permanente”.

Il lavoro è stato ripulito sabato pomeriggio. Last Generation ha ripetutamente attirato l’attenzione e la rabbia nell’ultimo anno con azioni che hanno incluso il blocco delle strade principali e il lancio di cibo contro dipinti famosi.

Ultime Notizie

Back to top button