Gli intervalli tra gli attacchi missilistici della Russia in Ucraina probabilmente aumenteranno

A seguito dell’ondata di attacchi missilistici che la Russia ha lanciato giovedì contro l’Ucraina, il ministero della Difesa britannico ha dichiarato venerdì che gli intervalli tra tali attacchi probabilmente cresceranno.

Il ministero ha affermato che la Russia ha bisogno di tempo “per accumulare una massa critica di missili di nuova produzione direttamente dall’industria prima che possa finanziare un attacco abbastanza grande da sopraffare in modo credibile le difese aeree ucraine”.

Giovedì la Russia ha lanciato la raffica di attacchi missilistici in tutta l’Ucraina, uccidendo almeno sei persone e lasciando centinaia di migliaia di persone senza riscaldamento ed elettricità.

È stato il più grande attacco di questo tipo contro l’Ucraina in tre settimane, con le forze ucraine che hanno affermato di aver abbattuto 34 degli 81 missili lanciati dalla Russia, molto meno del solito rapporto, oltre a quattro droni di fabbricazione iraniana.

“Non importa quanto siano insidiose le azioni della Russia, il nostro stato e il nostro popolo non saranno in catene”, ha detto il presidente ucraino Volodomyr Zelenskyy nel suo discorso quotidiano.

Ha anche affermato di aver incontrato i membri del comitato culturale ucraino per discutere “i modi per rafforzare la capacità della cultura ucraina di comunicare con il mondo per garantire il sostegno all’Ucraina”.

“Diplomazia, giornalismo e cultura sono le tre aree che fanno di più per far capire al mondo la nostra lotta e aiutarci”, ha detto.

Il ministero della Difesa russo ha affermato che gli attacchi erano una rappresaglia per un recente assalto alla regione di Bryansk, nella Russia occidentale, da parte di quelli che Mosca riteneva fossero sabotatori ucraini. L’Ucraina ha negato l’affermazione e ha avvertito che Mosca potrebbe usare le accuse per giustificare l’intensificarsi dei propri assalti.

Mosca ha affermato di aver colpito obiettivi militari e industriali in Ucraina “così come le strutture energetiche che li riforniscono”. Quasi la metà delle famiglie nella capitale Kiev è rimasta senza riscaldamento, così come molte a Kharkiv, la seconda città più grande dell’Ucraina, dove il governatore regionale ha detto che 15 attacchi russi hanno colpito la città.

Circa 150.000 famiglie sono rimaste senza elettricità nella regione nord-occidentale di Zhytomyr, in Ucraina. Nel porto meridionale di Odessa si sono verificati blackout di emergenza a causa di linee elettriche danneggiate.

Tra le armi sparate c’erano sei missili da crociera ipersonici Kinzhal, ha detto il portavoce dell’aeronautica ucraina Yurii Ihnat.

Timori per il nucleare

L’attacco di giovedì ha anche interrotto l’alimentazione della centrale nucleare di Zaporizhzhia, la più grande d’Europa. L’operatore dell’impianto, Energoatom, ha affermato che per far funzionare l’impianto sono stati utilizzati generatori diesel e che c’era abbastanza carburante disponibile per continuare per 10 giorni. Successivamente l’impianto è stato riallacciato alla rete elettrica.

Il direttore generale dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica Rafael Grossi ha chiesto un’azione urgente, osservando che l’alimentazione dell’impianto è stata interrotta per la sesta volta da quando la Russia ha invaso l’Ucraina più di un anno fa.

“Sono stupito dalla compiacenza: cosa stiamo facendo per evitare che ciò accada? Siamo l’AIEA; siamo destinati a preoccuparci della sicurezza nucleare”, ha detto Grossi. “Ogni volta che tiriamo un dado. E se permettiamo che questo continui di volta in volta, un giorno la nostra fortuna si esaurirà.

Tratto importante

I massimi funzionari dell’intelligence statunitense, testimoniando davanti ai legislatori giovedì, hanno avvertito che la guerra tra Russia e Ucraina sta entrando in un periodo critico.

“I prossimi quattro, cinque, sei mesi saranno cruciali sul campo di battaglia in Ucraina”, ha detto il direttore della CIA William Burns ai membri della House Intelligence Committee.

“Qualsiasi prospettiva per una trattativa seria, che [Russian] Presidente [Vladimir] Putin non credo sia pronto per oggi, dipenderà dai progressi sul campo di battaglia”, ha detto Burns. “Pertanto, penso, analiticamente, ciò che è importante è fornire tutto il supporto possibile, che è ciò che il presidente e i nostri alleati occidentali stanno facendo per gli ucraini mentre si preparano per una significativa offensiva in primavera”.

Durante la testimonianza al Senato mercoledì, il direttore dell’intelligence nazionale Avril Haines ha affermato che l’esercito russo è stato così gravemente danneggiato che è improbabile che le forze russe saranno in grado di ottenere significativi guadagni territoriali per il resto dell’anno.

Ma Haines ha anche avvertito che anche le forze ucraine hanno subito vittime e sono state costrette ad attingere pesantemente alle loro riserve a causa di quella che ha descritto come una dura guerra di logoramento.

sensibilizzazione degli Stati Uniti

Zelenskyy mercoledì ha invitato il massimo legislatore della Camera degli Stati Uniti a visitare Kiev per vedere “cosa sta succedendo qui” in un’intervista trasmessa dalla CNN.

“Sig. [Kevin] McCarthy, deve venire qui per vedere come lavoriamo, cosa sta succedendo qui, quale guerra ci ha causato, quali persone stanno combattendo ora, chi sta combattendo ora. E poi, fai le tue supposizioni”, ha detto Zelenskyy al notiziario attraverso un interprete.

Rispondendo alla CNN, il presidente della Camera McCarthy ha detto: “Non devo andare in Ucraina o a Kiev” per capirlo. Ha detto di aver ricevuto informazioni in briefing e in altri modi.

Da quando la Russia ha invaso l’Ucraina il 24 febbraio dello scorso anno, gli Stati Uniti hanno inviato all’Ucraina quasi 100 miliardi di dollari in aiuti militari, economici e di soccorso. Quell’aiuto è stato inviato quando il Partito Democratico controllava entrambe le camere del Congresso.

Il Partito Repubblicano ha preso il controllo della Camera degli Stati Uniti dopo le elezioni di metà mandato di novembre. Alcuni repubblicani hanno espresso opposizione all’invio di ulteriori armi e aiuti finanziari all’Ucraina.

McCarthy ha affermato di sostenere l’Ucraina, ma che House Republicans non fornirà “un assegno in bianco” per ulteriore assistenza statunitense a Kiev senza un esame più attento di come viene speso.

Alcune informazioni in questo rapporto provengono da The Associated Press, Agence France-Presse e Reuters.

Ultime Notizie

Back to top button