Cultura

Gli ucraini celebrano il Giorno dell’Indipendenza con ansia e ottimismo –

Gli ucraini celebrano il 31° anniversario dell’indipendenza del Paese nel bel mezzo di una battaglia per mantenerla, poiché la guerra con la Russia continua senza sosta e il futuro sembra incerto.

Il giorno festivo, che cade a sei mesi dall’invasione russa, è solitamente contrassegnato da una parata militare, ma temendo attacchi a raduni di massa, Kiev quest’anno ha bandito gli eventi pubblici in città e le strade erano molto più tranquille del normale.

“Spero che (la guerra) finisca quest’anno, così possiamo essere gioiosi la prossima primavera… Vorrei che ricevessimo più aiuto, così può finire prima e possiamo iniziare a vivere la vita felice che avevamo prima della guerra”, ha detto Anna Husieva, 27 anni, residente a Kiev.

In vista delle festività statali, i cittadini hanno posato per le foto dei proiettili dei carri armati russi bruciati. Pavel Pidreza, 62 anni, un soldato ucraino in pensione che stava ammirando i carri armati durante una passeggiata con la moglie Vira, ha commentato: “Putin sognava una parata su Khreshchatyk, beh, eccolo qui”.

“Siamo felici che il nostro esercito si stia dimostrando altamente qualificato e stia combattendo alla pari con un nemico che molti paesi temevano, specialmente in Europa”, ha aggiunto.

Sotto la raffica dell’ottimismo nazionale, i residenti hanno anche parlato chiaramente del loro dolore e ansia per sei mesi di guerra che ha ucciso migliaia di persone, sfollato milioni di persone e raso al suolo intere città.

Ma la guerra ha riacceso il patriottismo ucraino a un livello senza precedenti. “Probabilmente nessuno ha fatto tanto per unire l’Ucraina come Putin”, ha detto un altro residente, Yevhen Palamarchuk, 38 anni. “Abbiamo sempre avuto delle tensioni interne nel Paese ma dal 2014, e soprattutto da febbraio, siamo uniti più che mai. “

Il Giorno dell’Indipendenza è uno dei giorni festivi più importanti in Ucraina e quest’anno ha assunto un significato speciale.

Ultime Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button