GUIDA PER SQUADRE A EURO 2024: La Spagna cercherà di sfruttare i giovani talenti come Lamine Yamal e Nico Williams, ma dovrà lottare per scavalcare le potenze di Italia e Croazia

Probabilmente è con un filo di preoccupazione che i tifosi spagnoli hanno visto ritirare il pezzo di carta della loro nazione dal sorteggio di dicembre in vista dei Campionati Europei di quest’estate: il Gruppo B non è una passeggiata.

Dopo una temibile campagna di qualificazione, in qualsiasi altro girone la squadra di Luis de la Fuente sarebbe potuta essere la favorita, ma ha un percorso pieno di mine sotto forma di Italia e Croazia per avere una speranza di raggiungere la fase a eliminazione diretta in Germania.

Il primo potrebbe rappresentare uno spauracchio particolare per La Roja, che è stata eliminata dagli Azzurri a Wembley nella semifinale di Euro 2020 sulla strada per conquistare il trofeo.

La Spagna è una squadra piena di promesse, grazie alla sua enfasi sui giovani talenti e sulle stelle nascenti tra cui Lamine Yamal, Pau Cubarsi, Pedri e Nico Williams, costellata di figure più esperte tra cui Dani Carvajal e Alvaro Morata.

Ma la Spagna non ha avuto la rincorsa più brillante quest’anno, pareggiando 3-3 con il Brasile nell’ultima amichevole internazionale, dopo aver sbagliato a Wembley e perso 1-0 contro la Colombia all’inizio di marzo. E nel Gruppo B, la squadra di De la Fuente non potrà permettersi il lusso di fare un solo passo falso se vuole passare il turno.

Mail Sport ti guida attraverso tutto ciò che devi sapere sulla Spagna, incluso come si è qualificata per il torneo, la sua storia nella competizione e a chi prestare attenzione.

La Spagna ha un percorso difficile verso la fase a eliminazione diretta essendo una delle tre forti contendenti nel Gruppo B

Nico Williams ha goduto di una stagione promettente all'Athletic Club Nominato anche il teenager del Barcellona Pau Cubarsi

Oltre a una manciata di teste esperte, la squadra sta investendo in giovani talenti come Nico Williams (a sinistra) e Pau Cubarsi (a destra)

Il periodo di qualificazione della Roja è stato quasi perfetto, ma quest'estate dovrà portare quell'energia in Germania

Il periodo di qualificazione della Roja è stato quasi perfetto, ma quest’estate dovrà portare quell’energia in Germania

Chi è l’allenatore della Spagna?

Luis de la Fuente guida la squadra dopo il rapido licenziamento di Luis Enrique in seguito all’uscita della Spagna dalla Coppa del Mondo 2022, e ha avuto poco tempo per stupire sul grande palco dalla sua nomina.

Ex allenatore dell’Under 21 della Spagna, De la Fuente è riuscito a eludere le polemiche la scorsa estate quando ha rapidamente ritirato il suo sostegno pubblico all’allora capo della Spagna della RFEF Luis Rubiales in seguito al suo comportamento nella finale della Coppa del Mondo femminile.

De la Fuente ha affermato che è “ingiustificabile” aver applaudito in precedenza il capo dell’associazione caduto in disgrazia, e ha sottolineato che lui invece è dalla parte “dell’uguaglianza e del rispetto”.

L’allenatore si è anche trovato nei guai con i fedelissimi del Camp Nou per la sua continua selezione e gli elogi espansivi del prodigio del Barcellona Yamal. Non aspettatevi però che la posizione di De la Fuente cambi presto.

Luis de la Fuente è stato nominato al ruolo in seguito all'esonero di Luis Enrique dopo la Coppa del Mondo

Luis de la Fuente è stato nominato al ruolo in seguito all’esonero di Luis Enrique dopo la Coppa del Mondo

Chi è la stella della Spagna?

Molti potrebbero esagerare, ma non c’è dubbio che Yamal abbia un potere da star a piene mani.

L’adolescente festeggerà il suo 17esimo compleanno solo il giorno prima della finale, ma il diplomato di La Masia ha già collezionato sei presenze con la sua nazionale e due gol.

Come già detto, De la Fuente ha già pubblicamente elogiato il più giovane debuttante della Spagna, che è stato spesso una scintilla per il Barcellona in una stagione torrida.

Da allora, Yamal è stato premiato per la sua stagione forte – che lo ha visto registrare 17 contributi in gol nelle sue 50 presenze in blu e marrone – con un contratto triennale che si ritiene comprenda una strabiliante clausola rescissoria da 1 miliardo di sterline.

Ma può un giocatore che si prepara per il suo primo grande torneo competere sul più grande palcoscenico europeo? De la Fuente spera che l’attaccante prenda consiglio da esperti come Rodri, un degno secondo classificato per il primo posto dopo l’ennesima stagione spaventosamente in forma per il Manchester City.

Lamine Yamal vanta solo sei presenze ed è diventato il più giovane esordiente della Spagna

Lamine Yamal vanta solo sei presenze ed è diventato il più giovane esordiente della Spagna

De la Fuente ha parlato del talentuoso giovane del Barcellona, ​​con grande sgomento del suo club

De la Fuente ha parlato del talentuoso giovane del Barcellona, ​​con grande sgomento del suo club

Rodri (al centro) è un altro talento generazionale su cui la Spagna può contare nel suo impressionante centrocampo

Rodri (al centro) è un altro talento generazionale su cui la Spagna può contare nel suo impressionante centrocampo

Come si sono qualificati?

La Spagna non ha avuto il percorso più difficile verso la fase finale, grande favorita in un girone di qualificazione che comprendeva Scozia, Norvegia, Georgia e Cipro.

Ne è seguita l’imbottitura delle statistiche. La squadra di De la Fuente ha battuto sette volte la Georgia a settembre a Tbilisi con una sola risposta dissenziente, e sei senza risposta contro Cipro una settimana dopo.

La Spagna ha anche raffreddato le speranze dei tifosi dell’Arsenal e del Manchester City di poter vedere Martin Odegaard ed Erling Haaland in un torneo importante, battendo i Lions 3-0 e 1-0 sulla strada per la Germania.

Solo un furioso duello con la Scozia all’Hampden Park ha rovinato il loro record perfetto nelle qualificazioni, con La Roja che crolla di fronte alla prestazione eccezionale dell’eroe scozzese Scott McTominay perdendo 2-0.

La Scozia ha dato un colpo d'occhio alla Spagna all'Hampden Park dopo una masterclass di Scott McTominay

La Scozia ha dato un colpo d’occhio alla Spagna all’Hampden Park dopo una masterclass di Scott McTominay

Calendario (tutta l’ora del Regno Unito)

Spagna vs Croazia – sabato 15 giugno (17:00, Berlino)

Spagna-Italia – giovedì 20 giugno (20:00, Gelsenkirchen)

Spagna-Albania – lunedì 24 giugno (ore 20, Dusseldorf)

Storia del torneo

La Spagna ha una forma storica in Europa, avendo vinto la competizione tre volte – nel 1964, 2008 e 2012 – e ha la particolarità di essere l’unica squadra ad aver vinto il torneo in iterazioni consecutive.

Non è riuscita a qualificarsi cinque volte, ma non perde la competizione dal 1992, quando la Spagna finì terza nel proprio girone dietro alla Francia e all’ormai defunta squadra cecoslovacca.

Il jet set tra nazioni dello scorso torneo non ha danneggiato le loro prospettive, visto che sono arrivati ​​terzi dopo la sconfitta in semifinale contro l’Italia ai rigori.

La Spagna ha vinto il trofeo il maggior numero di volte e l'ultima volta nel 2012

La Spagna ha vinto il trofeo il maggior numero di volte e l’ultima volta nel 2012

Probabilità di vincere il trofeo

8/1 (Scommessa Sky)

Rosa provvisoria (29 giocatori)

Portieri: Unai Simon (Athletic Bilbao), David Raya (Arsenal), Alex Remiro (Real Sociedad)

Difensori: Dani Carvajal (Real Madrid), Jesus Navas (Siviglia), Aymeric Laporte (Al Nassr), Robin Le Normand (Real Sociedad), Nacho Fernandez (Real Madrid), Dani Vivian (Athletic Bilbao), Pau Cubarsi (Barcellona), Alejandro Grimaldo (Bayer Leverkusen), Marc Cucurella (Chelsea)

Centrocampisti: Rodri (Manchester City), Martín Zubimendi (Real Sociedad), Mikel Merino (Real Sociedad), Fabian Ruiz (Paris Saint-Germain), Pedri (Barcellona), Marcos Llorente (Atletico Madrid), Aleix García (Girona), Alex Baena (Villarreal), Fermin Lopez (Barcellona)

Attaccanti: Ferran Torres (Barcellona), Dani Olmo (Lipsia), Nico Williams (Athletic Bilbao), Alvaro Morata (Atletico Madrid), Joselu (Real Madrid), Mikel Oyarzabal (Real Sociedad), Lamine Yamal (Barcellona), Ayoze Perez ( Vero Betis)

L'attaccante veterano Joselu è tornato in squadra dopo una prestazione in ripresa al Real Madrid

L’attaccante veterano Joselu è tornato in squadra dopo una prestazione in ripresa al Real Madrid

Dopo una seconda stagione molto migliorata al Chelsea, anche Marc Cucurella ha ottenuto un posto

Dopo una seconda stagione molto migliorata al Chelsea, anche Marc Cucurella ha ottenuto un posto

Ultime Notizie

Back to top button