I partiti francesi spingono per i voti in vista del sondaggio cruciale

Parigi—

Venerdì le forze politiche francesi hanno fatto le ultime offerte per ottenere voti in elezioni legislative cruciali, che potrebbero vedere l’estrema destra prendere il controllo del governo in una prima storica vittoria.

La campagna ufficiale terminerà a mezzanotte, seguita da un giorno di riposo sabato, durante il quale è vietata l’attività politica prima del voto di domenica. Un’altra settimana di campagna porterà poi al decisivo secondo turno del 7 luglio.

Il Rally Nazionale (RN) di estrema destra è destinato a vincere le elezioni, dando potenzialmente al partito la carica di primo ministro per la prima volta nella sua storia in una tesa “coabitazione” con il presidente centrista Emmanuel Macron.

“Certo, voglio evitare che gli estremisti, in particolare l’estrema destra, possano vincere” le elezioni, ha dichiarato venerdì il primo ministro di Macron, Gabriel Attal, all’emittente BFMTV.

I sondaggi d’opinione suggeriscono che la sua alleanza centrista arriverà solo al terzo posto, dietro al RN e a un’ampia ma fragile coalizione di sinistra, il Nuovo Fronte Popolare (NFP).

Il leader del partito RN, Jordan Bardella, 28 anni, avrebbe la possibilità di guidare un governo in qualità di primo ministro.

Ha insistito che lo farà solo se il suo partito otterrà la maggioranza assoluta dei 577 seggi dell’Assemblea nazionale dopo il secondo turno.

Bardella è stato incoronato la personalità politica più popolare della Francia in un sondaggio Toluna-Harris Interactive pubblicato venerdì, con il 40% delle 1.019 persone intervistate che si fidano di lui, quattro punti in più rispetto a Macron.

Il presidente del partito politico francese di estrema destra Rassemblement National (RN) ed eurodeputato Jordan Bardella tiene un discorso durante la serata dei risultati del primo turno delle elezioni parlamentari a Parigi, il 30 giugno 2024.

Ma la strada del suo partito verso la vittoria potrebbe essere bloccata se la sinistra e il centro-destra unissero le forze contro il RN al secondo turno delle elezioni.

Macron ha suscitato polemiche nelle ultime due settimane ponendo sullo stesso piano la coalizione di sinistra e quella di estrema destra, etichettando entrambe come “estremi”.

Giovedì, tuttavia, parlando a Bruxelles, ha lasciato intendere che sosterrà la sinistra moderata in un duello contro l’estrema destra.

“Messaggio serio”

Macron ha anche criticato “l’arroganza” dell’estrema destra, che aveva “già assegnato tutti i posti di lavoro (governativi)” prima delle elezioni e ha messo in dubbio il ruolo costituzionale del presidente come comandante militare in capo.

“Chi sono loro per spiegare cosa dovrebbe dire la Costituzione?” ha chiesto.

La candidata presidenziale per tre volte della Royal Navy, Marine Le Pen, aveva aumentato la tensione affermando che il titolo di comandante in capo del presidente era puramente “onorifico”.

L’ex presidente del gruppo parlamentare di estrema destra francese Rassemblement National (RN), Marine Le Pen, tiene un discorso durante la serata dei risultati del primo turno delle elezioni parlamentari a Henin-Beaumont, nel nord della Francia, il 30 giugno 2024.

Nel caso in cui Macron dovesse condividere il potere con un governo guidato dalla Royal Navy, “sarà il primo ministro a tenere i cordoni della borsa”, ha avvertito.

In un dibattito televisivo giovedì sera, Attal ha affermato che le osservazioni di Le Pen inviano un “messaggio molto serio per la sicurezza della Francia”.

Macron ha insistito che resterà in carica per il resto del suo secondo mandato fino alla scadenza nel 2027, indipendentemente da quale partito emergerà in testa nella prossima competizione legislativa.

Bardella ha cercato di rassicurare gli elettori sulla politica estera del partito, affermando nel dibattito di giovedì che il RN, che aveva stretti legami con la Russia prima dell’invasione dell’Ucraina, “non avrebbe permesso all’imperialismo russo di assorbire uno stato alleato come l’Ucraina”.

Ha affermato di essere contrario anche all’invio di missili a lungo raggio in Ucraina, che potrebbero colpire il territorio russo “e mettere la Francia e i francesi in una situazione di cobelligeranza”.

“La mia bussola sono gli interessi della Francia e dei francesi”, ha detto Bardella.

“Paura vera”

Quando ha indetto il voto anticipato dopo la sconfitta delle elezioni del Parlamento europeo del 9 giugno da parte della RN, Macron sperava di offrire agli elettori una scelta difficile se consegnare o meno la Francia all’estrema destra.

Questo video, girato il 1° luglio 2024, mostra il presidente francese Emmanuel Macron (al centro) mentre cammina il 29 giugno 2024 in una strada di Le Touquet-Paris-Plage, nel nord della Francia.

Un sondaggio Opinionway condotto da 1.058 persone e pubblicato venerdì sul quotidiano economico Les Echos prevedeva che il RN avrebbe ottenuto il 37 percento dei voti, l’NFP il 28 percento e l’alleanza di Macron solo il 20 percento.

Al secondo turno, il RN “non solo può prevedere una maggioranza relativa, ma non può escludere, anzi, una maggioranza assoluta”, ha dichiarato all’AFP Brice Teinturier, vicedirettore dell’istituto di sondaggi concorrente Ipsos.

Attal ha accusato durante il dibattito di giovedì che 100 candidati del RN presenti alle elezioni avevano fatto “commenti razzisti, antisemiti e omofobi” – affermazioni che Bardella ha denunciato come “assolutamente false”.

Il partito è stato coinvolto in ulteriori polemiche per il suo progetto di escludere i cittadini con doppia cittadinanza dalle cariche statali strategiche più importanti.

Roger Chudeau, candidato alla rielezione nel dipartimento della Loira e Cher nella Francia centrale, ha definito il mandato dell’ex ministro dell’istruzione franco-marocchino Najat Vallaud-Belkacem un “errore”, sostenendo che i cittadini con doppia cittadinanza avevano “lealtà divise”.

Dopo una valanga di indignazione, Le Pen ha subito rinnegato le dichiarazioni, affermando che erano “totalmente contrarie ai piani della RN” e che si trattava di “un’opinione personale”.

Ultime Notizie

Back to top button