Mondo

I pubblici ministeri statunitensi accusano 7 di gestire una rete di appalti per l’esercito russo

Washington—

Martedì i pubblici ministeri statunitensi hanno annunciato accuse penali contro cinque russi e due americani, interrompendo quella che hanno descritto come una rete utilizzata per ottenere tecnologia militare e munizioni per l’esercito russo.

Il gruppo è accusato di aver cospirato per ottenere tecnologie di livello militare e a duplice uso da società americane per l’industria della difesa russa e per contrabbandare munizioni per fucili di precisione, in violazione delle nuove sanzioni statunitensi, ha affermato il Dipartimento di Giustizia in una nota.

Gli accusati sarebbero stati affiliati a due società con sede a Mosca collegate all’intelligence russa che sono state sanzionate in seguito all’invasione dell’Ucraina da parte della Russia il 24 febbraio, secondo l’accusa a 16 conteggi.

L’indagine sul piano è stata coordinata dalla Task Force KleptoCapture, un’iniziativa interagenzia delle forze dell’ordine lanciata a marzo in risposta all’invasione russa dell’Ucraina.

“Continueremo il ritmo costante di sequestri, incriminazioni e arresti, mentre il Cremlino acquista pezzi di ricambio in Corea del Nord”, ha dichiarato Andrew Adams, direttore della Task Force KleptoCapture, in una nota.

I cinque imputati russi sono stati identificati come Yevgeniy Grinin, 44 anni, Aleksey Ippolitov, 57, e Boris Livshits, 52, Svetlana Skvortsova, 41, e Vadim Konoshchenok, 48.

I due imputati americani sono Alexey Brayman, 35 anni, del New Hampshire e Vadim Yermolenko, 41 anni, del New Jersey.

Yermolenko è stato arrestato nel New Jersey e Brayman si è arreso all’FBI martedì scorso.

Konoshchenok è stato arrestato dalle autorità estoni la scorsa settimana su richiesta degli Stati Uniti ed è in attesa di estradizione, ha affermato il Dipartimento di Giustizia.

Gli altri imputati restano latitanti.

Secondo l’accusa, gli imputati erano affiliati a Serniya Engineering e Sertal LLC, entrambe operanti sotto la direzione dei servizi segreti russi per ottenere tecnologie avanzate per il settore militare del Paese.

Serniya, Sertal e diverse società sospettate di cospirazione sono state sanzionate dal Dipartimento del Tesoro e del Commercio degli Stati Uniti in seguito all’invasione russa dell’Ucraina.

“Il Dipartimento di Giustizia ei nostri partner internazionali non tollereranno schemi criminali per sostenere gli sforzi bellici dell’esercito russo”, ha dichiarato in una dichiarazione il procuratore generale Merrick B. Garland. “Con tre degli imputati ora in custodia, abbiamo interrotto la rete di approvvigionamento presumibilmente utilizzata dagli imputati e dai servizi segreti russi per contrabbandare munizioni per fucili di precisione e componenti elettronici sensibili in Russia”.

Gli imputati sono accusati di cospirazione per frodare gli Stati Uniti in relazione all’applicazione dei controlli sulle esportazioni e delle sanzioni economiche; cospirazione per violare l’Export Control Reform Act (ECRA); contrabbando; e mancato rispetto del Sistema di esportazione automatizzato relativo al trasporto di elettronica.

Se condannati per frode bancaria o cospirazione per frode bancaria, gli imputati rischiano un massimo di 30 anni di carcere.

Ultime Notizie

Back to top button