I rappresentanti della NATO si incontreranno sotto le nubi sul futuro di Biden

Lunedì la Casa Bianca si è preparata ad accogliere i membri della NATO, recentemente allargata, per un vertice volto a pianificare la futura difesa dell'Ucraina, con i funzionari dell'amministrazione che hanno liquidato le preoccupazioni circa l'incerto futuro politico del presidente Joe Biden.

Lunedì, l'81enne Biden ha dichiarato che rimarrà nella corsa alla presidenza, nonostante le crescenti richieste di farsi da parte dopo la sua incerta performance nel dibattito contro lo sfidante repubblicano Donald Trump il mese scorso.

“Tutti i dati mostrano che il democratico medio là fuori ha votato, 14 milioni dei quali hanno votato per me, e vogliono ancora che io sia il candidato”, ha detto Biden, parlando al telefono con i conduttori del programma “Morning Joe” della MSNBC.

La Casa Bianca ha respinto le domande sul fatto che gli alleati della NATO siano preoccupati che queste crepe a livello di leadership possano mettere in difficoltà l'alleanza, che dura da 75 anni, in vista della riunione di questa settimana a Washington.

“Non stiamo raccogliendo alcun segnale di ciò dai nostri alleati, anzi, il contrario”, ha detto John Kirby, portavoce della sicurezza nazionale della Casa Bianca. “Le conversazioni che stiamo avendo con loro in anticipo sono che sono entusiasti di questo summit. Sono entusiasti delle possibilità e delle cose che faremo insieme specificamente per aiutare l'Ucraina”.

Gli analisti affermano che, sebbene i leader della NATO siano effettivamente preoccupati, stanno facendo attenzione a non essere visti come coloro che si intromettono nella politica statunitense.

“Penso che ci sia una preoccupazione nella NATO”, ha detto a ColorNews via Skype Richard Stoll, politologo della Rice University.

“I leader dei paesi della NATO potrebbero non amare Joe Biden, ma se guardiamo indietro all’amministrazione Trump, lui [Trump] ha detto una serie di cose che erano davvero anti-NATO. E penso, con tutta onestà, che la maggior parte dei paesi NATO preferirebbe Biden, di nuovo, non necessariamente perché sono così pro-Biden, ma per le cose che Trump ha detto e minacciato di fare sulla NATO. Ma non vogliono necessariamente dire molto su questo pubblicamente perché sembra che stiano interferendo nelle elezioni americane, il che non è qualcosa che dovrebbero fare”.

E ci sono altre crepe tra i leader dell'alleanza. Il leader di estrema destra ungherese ha recentemente visitato il presidente russo Vladimir Putin e si è presentato come un ponte tra i due avversari. In questo summit, il gruppo di 32 membri prevede di assumere il ruolo di Washington nel coordinamento della difesa dell'Ucraina.

“Negli ultimi due anni e mezzo, sono sempre meno, e ormai sono rimasti pochissimi, coloro che sono in grado di parlare con entrambe le parti in guerra”, ha detto a Mosca il Primo Ministro ungherese Viktor Orban. “L'Ungheria è una delle poche.”

Una cosa improbabile che accada durante questo summit: una svolta nel conflitto tra Russia e Ucraina. Putin afferma che l'Ucraina non è “pronta” a discutere i termini, che lui sostiene includano il ritiro delle truppe ucraine dalle quattro regioni che la Russia afferma di aver annesso. L'Ucraina cerca una “pace giusta” che includa tutto il suo territorio, e il leader ucraino parteciperà al summit di questa settimana per sostenere la sua causa per questo e per l'adesione alla NATO in futuro.

I rappresentanti dell'alleanza si incontreranno martedì a Washington.

Ultime Notizie

Back to top button