I sindacati nigeriani lanciano uno sciopero per il fallimento dei negoziati sul salario minimo

Abuja, Nigeria –

Lunedì i sindacati della nazione più popolosa dell’Africa hanno lanciato uno sciopero a tempo indeterminato, paralizzando la rete elettrica e chiudendo gli aeroporti, dopo che i funzionari del governo nigeriano non sono riusciti ad accettare un nuovo accordo sul salario minimo nel mezzo della peggiore crisi del costo della vita degli ultimi decenni.

Nel loro quarto sciopero da quando il presidente Bola Tinubu è entrato in carica lo scorso anno, i leader dei due maggiori sindacati nigeriani, il Nigerian Labour Congress e il Trade Union Congress, hanno costretto gli operatori delle sale di controllo della rete elettrica nazionale a chiudere almeno sei sottostazioni.

La rivolta dei lavoratori arriva nel contesto delle riforme economiche audaci ma impopolari di Tinubu, che mirano ad arginare l’inflazione più alta degli ultimi decenni e l’impennata del costo della vita. Con la fine dei sussidi per il carburante, i sindacati hanno fatto pressioni su Tinubu affinché offrisse aiuti alle famiglie e alle piccole imprese.

I dipendenti pubblici a livello nazionale non si sono presentati o hanno chiuso gli ingressi agli uffici, anche negli aeroporti della capitale, Abuja, e nel centro economico di Lagos. Centinaia di passeggeri sono rimasti bloccati dopo che le compagnie aeree locali hanno sospeso le operazioni di volo.

Entrambi i sindacati hanno rilasciato dichiarazioni chiedendo ai membri di aderire allo sciopero e anche i sindacati petroliferi hanno minacciato di cessare la produzione. Secondo Gbenga Komolafe, il principale funzionario del regolatore petrolifero della Nigeria, sono in atto sistemi per aggirare le interruzioni.

I sindacati hanno dichiarato che lo sciopero durerà fino alla fissazione di un nuovo salario minimo. I sindacati vogliono che l’attuale salario minimo mensile, che è di circa 20 dollari, venga aumentato a quasi 336 dollari al mese. Il governo ha accettato di aumentare il salario a 40 dollari.

“Chiediamo un salario dignitoso”, ha detto su X il Congresso laburista nigeriano, definendo il loro salario attuale un “salario da fame”.

Alcune informazioni per questo rapporto provengono da Associated Press e Reuters.

Ultime Notizie

Back to top button