I socialisti europei cercano idee per combattere l’ondata di estrema destra

“L’anima stessa dell’Europa è a rischio”, ha avvertito il primo ministro spagnolo Pedro Sánchez.

Durante la due giorni di incontro a Roma, i politici hanno cercato idee e strategie per invertire la curva.

“Dovremmo rispondere alle preoccupazioni dei nostri cittadini”, ha detto a POLITICO il candidato leader del Partito socialista belga Elio Di Rupo, sottolineando che l’estrema destra è ai primi posti nei sondaggi nella regione fiamminga del suo paese. “La prima preoccupazione è il potere d’acquisto”, ha affermato, aggiungendo che l’UE dovrebbe contribuire ad aumentare i salari minimi. Gli altri due temi principali della campagna dovrebbero essere la sicurezza e l’ambiente, ha affermato.

Un’altra strategia è quella di ampliare i partiti nel loro campo. Nei Paesi Bassi, il partito laburista sta combattendo le elezioni in tandem con i Verdi, mentre tra gli eurodeputati dietro le quinte del congresso si è parlato favorevolmente del Movimento 5 Stelle italiano che ad un certo punto siederà con loro al Parlamento europeo, indipendentemente dalle domande su la posizione del partito sull’Ucraina.

Lars Klingbeil, co-leader dei socialdemocratici tedeschi, ha affermato che le priorità della campagna dovrebbero essere i guadagni dei cittadini, gli alloggi a prezzi accessibili e le pensioni. “Se lo facciamo, allora sono convinto che riporteremo indietro le persone che in questo momento direbbero che voterò per i populisti di destra”.

Ha suggerito che i socialisti non dovrebbero cercare di interferire troppo nelle scelte personali degli elettori, ad esempio “se le persone usano la macchina, o usano un aereo, o mangiano carne o parlano un linguaggio di genere”, ha detto.

Ultime Notizie

Back to top button