Il brief – Ricordare il D-Day e la sua eredità in Europa

L’odierno 80° anniversario dello sbarco in Normandia è l’occasione per ricordare una grande vittoria militare contro i nazisti ma anche – nel giorno in cui iniziano le elezioni europee – un importante promemoria per gli elettori dei valori per i quali si è combattuto, che diventano la base dello sbarco in Normandia. UNIONE EUROPEA.

Il D-Day, nome in codice Operazione Overlord, è stata la più grande invasione via mare della storia. La sua portata era senza precedenti, coinvolgendo oltre 100.000 soldati, decine di migliaia di aerei e migliaia di navi.

La maggior parte delle truppe che sbarcarono sulle cinque spiagge della Normandia provenivano da Stati Uniti, Regno Unito e Canada. Ma fu coinvolto anche il personale militare di oltre 30 paesi alleati, molti dei quali provenienti dai paesi occupati dai nazisti.

Molti provenivano da più lontano, come Gilbert Clarke dalla Giamaica, Karun Krishna “Jumbo” Majumdar dall’India e Lam Ping-yu dalla Cina, rendendo la liberazione dell’Europa uno sforzo veramente globale.

Migliaia di donne hanno anche svolto un ruolo vitale nell’analisi dell’intelligence, nel supporto operativo, nella decifrazione dei codici, nell’assistenza medica e nel combattimento come parte della resistenza francese.

Naturalmente, il D-Day non fu l’unica grande operazione militare condotta in Europa nel 1944: i russi pagarono un prezzo terribile combattendo sul fronte orientale. E migliaia di soldati alleati erano già sbarcati in Italia, combattendo per liberare il Paese dai fascisti di Benito Mussolini e dalle truppe tedesche.

Ma l’importanza del D-Day fu che segnò l’inizio della fine della tirannia nazista in tutta Europa.

Oggi, leader provenienti da tutta Europa e dal mondo parteciperanno a cerimonie in Francia, tra cui il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky.

Un’eccezione degna di nota sarà però rappresentata dal presidente russo Vladimir Putin: vista l’invasione dell’Ucraina da parte del suo Paese, non sorprende che non sia stato invitato. Ma getta ancora un’ombra sul procedimento.

Si prevede che il presidente francese Emmanuel Macron, Biden e Zelenskyj terranno discorsi ad alto livello sulla necessità di mostrare un’unità simile a quella mostrata dagli alleati nel D-Day per contrastare Putin.

Biden potrebbe ricordare ai suoi connazionali i pericoli di seguire una politica isolazionista nei confronti dell’Europa. Gli europei si stanno già preparando per un altro round di Donald Trump, il rivale presidenziale repubblicano di Biden, e le sue politiche “America first”, qualora dovesse vincere le elezioni di novembre.

Zelenskyj cercherà di ricordare agli alleati l’eredità della cooperazione internazionale e del sacrificio per combattere l’oppressione, per ottenere garanzie di maggiore sostegno all’Ucraina per respingere le truppe russe di occupazione.

Con gli elettori diretti alle urne per le elezioni europee, le commemorazioni metteranno in luce come la solidarietà e la collaborazione possano essere sfruttate per affrontare la miriade di sfide attuali che l’Europa si trova ad affrontare.

Grazie alle vittorie seguite a quel giorno epocale, le istituzioni democratiche, inclusa l’UE, sono emerse dalle rovine di un’Europa devastata.

La giornata di oggi è quindi anche un importante promemoria della necessità di sostenere la democrazia, la libertà, la giustizia e i diritti umani, soprattutto perché i valori fondamentali in Europa vengono messi in discussione o indeboliti da partiti di destra, come il PiS in Polonia e il partito Fidesz di Viktor Orban in Polonia. Ungheria.

Naturalmente, le persone più importanti che partecipano agli eventi di oggi sono il piccolo gruppo di veterani, tutti tra la fine degli anni ’90 e l’inizio dei 100 anni. Sono gli ultimi della generazione che hanno assistito in prima persona agli eventi.

Mentre gli europei godono delle libertà che oggi diamo per scontate, come la libertà di voto, devono ricordare le persone coinvolte nel D-Day.

E dovrebbero anche ricordare le parole del memoriale ai soldati che combatterono in Asia durante la Seconda Guerra Mondiale contro un’altra forza tirannica, l’esercito imperiale giapponese:

Per il tuo domani, abbiamo dato il nostro oggi.

La raccolta

Sono iniziate le votazioni per le elezioni europee! Rimani aggiornato su tutti gli ultimi sviluppi con il nostro blog live elettorale. Inoltre, assicurati di controllare il nostro settimanale Elezioni europee decodificate: D’Hondt, preoccuparti, c’è molto altro gioco politico dopo il voto!

Alla vigilia delle elezioni europee, Euractiv dà uno sguardo a coloro che dovrebbero essere “fuori” – e ai possibili “dentro” – della prossima Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo (AGRI).

Le principali delegazioni nazionali rimodelleranno l’equilibrio dei poteri del Parlamento, inserendo nuove priorità nel lavoro legislativo, e con le votazioni che inizieranno giovedì, le proiezioni finali di Europe Elects per Euractiv delineano ciò che potrebbe accadere al futuro.

Un Parlamento europeo più di destra potrebbe significare meno iniziative normative nel settore della tecnologia e una spinta indebolita per l’integrazione del mercato, ma più sostegno alla tecnologia della difesa, secondo i manifesti dei partiti e le interviste agli esperti.

La Germania vuole iniziare a deportare i migranti che commettono crimini sul suo territorio nei loro paesi d’origine, compreso l’Afghanistan, a seguito di un sospetto attacco islamico con coltello a fine maggio, ha detto giovedì il cancelliere Olaf Scholz mentre i partiti si affrettano a reprimere le preoccupazioni sulla sicurezza in vista delle elezioni europee.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha tenuto un discorso accorato giovedì in occasione della commemorazione dello sbarco in Normandia, paragonando le “forze oscure” di 80 anni fa a quelle che minacciano oggi l’Ucraina e l’Occidente.

La ONG per i diritti digitali Noyb ha presentato 11 reclami in tutta Europa per le modifiche alla politica sulla privacy di Meta che consentiranno al proprietario di Facebook e Instagram di utilizzare post e immagini, tra le altre cose, per addestrare il suo modello di intelligenza artificiale (AI), secondo una stampa di giovedì. pubblicazione.

Si prevede che le riforme del settore delle telecomunicazioni saranno in cima all’agenda politica per il prossimo mandato dell’UE e si sta già accendendo una battaglia sulla necessità di deregolamentarlo.

I partiti filoeuropei stanno cedendo spazio politico all’estrema destra euroscettica nelle loro campagne elettorali non riuscendo a mostrare l’impatto positivo del blocco sulla vita dei cittadini, hanno detto gli analisti in un evento mercoledì.

Mentre i veicoli elettrici continuano la loro diffusione, Euractiv ha parlato con diversi operatori del settore francese che stanno esaminando il riciclaggio delle batterie per catturare e riutilizzare materie prime critiche.

Alla domanda sul mancato invito di Vladimir Putin all’80° anniversario dello sbarco in Normandia, diversi leader francesi di estrema destra del Raggruppamento Nazionale (ID) hanno espresso posizioni divergenti mercoledì sera, e la leader di lunga data del Raggruppamento Nazionale, Marine Le Pen, non è riuscita a recuperare la sua mente, alimentando la confusione.

Cerca…

  • Elezioni del Parlamento europeo dal 6 a giugno.

Le opinioni sono dell’autore

[A cura di Zoran Radosavljevic]

Iscriviti ora alla nostra newsletter Elezioni europee decodificate

Ultime Notizie

Back to top button