Il cancelliere tedesco fiducioso di vincere le prossime elezioni nonostante la scarsa popolarità

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha respinto le affermazioni secondo cui il suo governo sarà un’amministrazione di un solo mandato, nonostante sia alle prese con lotte intestine e calo di popolarità durante la prima metà del suo mandato.

L’SPD di centrosinistra di Scholz è attualmente al terzo posto nei sondaggi, dietro il conservatore CDU e l’estrema destra AfD, mentre i tre partiti della sua coalizione “a semaforo”, inclusi i Verdi e il liberale FDP, non detengono più la maggioranza nei sondaggi d’opinione .

“Sono all’inizio del mio periodo come cancelliere”, ha detto Scholz ai giornalisti durante la tradizionale conferenza stampa estiva del cancelliere.

La coalizione di Scholz è stata afflitta da lotte intestine negli ultimi mesi. In particolare, una legge per accelerare la transizione verso sistemi di riscaldamento ecologici, un progetto di punta dei Verdi, ha provocato una vigorosa resistenza da parte del FDP che ha criticato l’alto costo per i cittadini.

“Né a me né a nessun altro piace che questo sia stato discusso così pubblicamente”, ha riconosciuto Scholz, ammettendo che il suo governo doveva imparare ad accettare compromessi.

Sulla scia delle lotte interne al governo, l’estrema destra AfD è salita nei sondaggi, superando l’SPD di Scholz. Incoraggiata dalle cifre, la leadership del partito AfD sta ora giocherellando pubblicamente con le sue ambizioni di cancelliere.

Scholz ha rifiutato di riconoscere che le azioni del suo governo potrebbero aver contribuito all’improvvisa ascesa dell’AfD, indicando invece l’ansia del pubblico in generale di fronte ai cambiamenti generazionali.

“Sono fiducioso che l’AfD non se la caverà meglio alle prossime elezioni rispetto all’ultima”, ha aggiunto.

Sfide storiche

Il cancelliere ha voluto attirare l’attenzione sulle sfide storiche che il suo governo ha dovuto affrontare, indicando l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia che “sta ancora influenzando la vita di tutti in questo momento”.

“[The government] è riuscito a salvare il paese da un’enorme crisi”, ha affermato Scholz.

“Lo scorso autunno tutti avevano paura che avremmo avuto un inverno freddo e una crisi economica durata 10 anni – ora è stato completamente dimenticato che ci sia mai stato questo problema”, ha detto il cancelliere, riferendosi al timore che la Germania rimanesse senza benzina dopo che la Russia ha interrotto le forniture in rappresaglia alle sanzioni dell’UE.

Il governo ha risposto bene alla “Zeitenwende” provocata dall’attacco della Russia, che ha spostato l’attenzione della Germania sulla politica di sicurezza, ha affermato Scholz, che ha ribadito che la Germania continuerà a sostenere l’Ucraina “per tutto il tempo necessario”.

Il governo aveva anche messo a disposizione dell’esercito tedesco un fondo speciale di 100 miliardi di euro, impegnandosi a raggiungere l’obiettivo della NATO di spendere il 2% del PIL per la difesa. La Germania lo raggiungerà per la prima volta il prossimo anno e “questo rimarrà tale” oltre il 2024 e la capacità del fondo, ha osservato Scholz.

Test chiave avanti

Il governo di coalizione di Scholz dovrà affrontare una serie di test di popolarità chiave mentre la seconda metà del suo mandato inizia con le elezioni regionali in due stati tedeschi.

Le elezioni nell’est della Germania nel 2024 potrebbero essere di fondamentale importanza poiché la forza dell’AfD nella regione significa che esiste una reale possibilità che un partito di estrema destra si unisca a un governo per la prima volta nella storia della Germania del dopoguerra.

“L’allegra descrizione del cancelliere non ha nulla a che fare con la realtà della Germania”, ha detto a EURACTIV Thorsten Frei, capogruppo della CDU, il più grande partito di opposizione.

“Molte persone hanno paura di perdere il loro posto nella società”, ha detto Frei, avvertendo che “l’inflazione, la recessione, la deindustrializzazione e il caos della legge sul riscaldamento non possono essere ‘Scholz-ed away’”.

[A cura di Benjamin Fox]

Leggi di più con EURACTIV

Ultime Notizie

Back to top button