Esteri

Il capo dell’Onu conclude il viaggio in Europa con una visita ai ‘vasi della speranza’

Il Sig. Guterres è volato a Istanbul sabato mattina da Chisinau, in Moldavia – dove è stato ospitato per una cena di lavoro con il presidente Maia Sandu la sera precedente – e si è imbarcato su una pilota nel Mar di Marmara, dove ha navigato accanto alla M/V Brave Commander, la nave del Programma Alimentare Mondiale (WFP) che ha raccolto oltre 23.000 tonnellate di grano nel porto di Yuzhny/Pivdennyi, prima di partire per consegnare il prezioso carico nel Corno d’Africa, per aiutare le persone che si trovano a sull’orlo della carestia.

Il Segretario generale, insieme a un gruppo di ispettori del Centro di coordinamento delle Nazioni Unite (JCC) per il grano del Mar Nero, è anche salito a bordo della nave SSI INVINCIBLE II. La nave è diretta a Chornomorsk in Ucraina per caricare quasi 50.000 tonnellate di grano, la più grande spedizione lasciata dall’Ucraina dall’inizio della guerra.

Insieme al ministro della Difesa turco, Hulusi Akar, il Segretario generale ha visitato il Centro congiunto di coordinamento. Ha incontrato separatamente le delegazioni russa e ucraina presso il JCC, quindi ha preso parte a una sessione ufficiale del JCC, dove ha ringraziato tutti i partecipanti per la loro professionalità e umanità nel garantire che questa iniziativa sia un successo per le persone di tutto il mondo.

Ruolo fondamentale della Turchia

In una conferenza stampa con il ministro Akar, il Segretario generale ha ringraziato il governo di Türkiye per il suo ruolo fondamentale nell’iniziativa sui cereali del Mar Nero.

Il lavoro collaborativo dei team seduti attorno al tavolo del JCC incarna ciò che possiamo ottenere con volontà politica, massima competenza operativa e sforzo collettivo, ha detto ai giornalisti il ​​signor Guterres.

Ha descritto le navi che aveva appena visto nel Mar di Marmara e Istanbul è solo la parte più visibile della soluzione. L’altra parte di questo pacchetto, ha affermato, è l’accesso senza ostacoli ai mercati globali di cibo e fertilizzanti russi, che non sono soggetti a sanzioni.

“Senza fertilizzanti nel 2022, potrebbe non esserci abbastanza cibo nel 2023”, ha affermato Guterres. “Ottenere più cibo e fertilizzanti da Ucraina e Russia è fondamentale per calmare ulteriormente i mercati delle materie prime e abbassare i prezzi per i consumatori”.

Foto delle Nazioni Unite/Mark Garden

Il Segretario Generale delle Nazioni Unite fa osservazioni al Centro di coordinamento congiunto di Istanbul, in Turchia.

Il contributo dell’Ucraina ai diritti umani

Il viaggio del Segretario generale è iniziato mercoledì 17 agosto, quando è arrivato a Leopoli, in Ucraina, dopo aver viaggiato da New York attraverso Varsavia, in Polonia.

Prima di un incontro trilaterale con il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky e il presidente di Recep Tayyip Erdoğan di Türkiye, il Segretario generale ha visitato brevemente l’Università nazionale Ivan Franko di Lviv.

Ad accoglierlo ea fare un giro, Volodymyr Melnyk, rettore dell’università, considerata un centro per lo studio dei diritti umani.

Mr. Melnyk ha spiegato gli importanti contributi alla scienza, al diritto internazionale e alla diplomazia del mondo forniti dall’università e dai suoi studiosi. Uno dei laureati della School of International Law, Louis Son, è coautore della Carta delle Nazioni Unite e Raphael Lemkin, un altro laureato, ha coniato il termine genocidio.

Gli studenti di questa università furono in seguito giudici della Corte penale internazionale o nominati a premi Nobel, tra cui Jan Karski, il famoso diplomatico polacco che allertò il mondo sull’olocausto in corso durante la seconda guerra mondiale.

Parlando in seguito ai giornalisti, il Segretario generale ha notato i legami tra le Nazioni Unite e l’università aggiungendo che oggi “sempre più il contributo della società civile e il contributo del mondo accademico sono essenziali nello sviluppo delle democrazie moderne”.

“Piena solidarietà con il popolo ucraino”

Così commovente per vedere a Istanbul il @WFP nave Brave Commander carica di tonnellate di grano ucraino destinato al tanto necessario sollievo dalla fame nel Corno d’Africa. Saluto tutti coloro che sono coinvolti in questa straordinaria operazione umanitaria. pic.twitter.com/MqUuK98sCY

— Antonio Guterres (@antonioguterres) 20 agosto 2022

Nelle sue osservazioni alla stampa dopo la riunione trilaterale, il Segretario Generale ha ribadito che le Nazioni Unite continueranno a lavorare in piena solidarietà con il popolo ucraino per mobilitare tutte le sue capacità e risorse – insieme ai partner nazionali – per continuare a fornire aiuti umanitari sostegno alle persone bisognose ovunque sia richiesto.

Ha anche sottolineato che lo slancio positivo sul fronte alimentare riflette una vittoria della diplomazia e del multilateralismo. Ottenere cibo e fertilizzanti dall’Ucraina e dalla Russia in quantità maggiori è fondamentale per calmare ulteriormente i mercati delle materie prime e abbassare i prezzi. “È essenziale fornire soccorso alle persone e ai paesi più vulnerabili”, ha aggiunto.

Il Segretario generale ha affermato di aver discusso le indagini sul tragico incidente in un centro di detenzione a Olenivka, nell’Ucraina orientale, il 29 luglio, in cui più di 50 prigionieri di guerra ucraini sono stati uccisi in un’esplosione.

Il signor Guterres ha annunciato che sta nominando il generale Carlos dos Santos Cruz del Brasile per guidare una missione conoscitiva sugli omicidi. Affinché la missione funzioni, ha detto alla stampa, deve avere le assicurazioni necessarie per garantire un accesso sicuro al sito ea qualsiasi altro luogo rilevante. Per dirla semplicemente, ha affermato il Segretario generale, una missione conoscitiva deve essere libera di trovare i fatti.

Il capo delle Nazioni Unite sta tornando a New York.

Ultime Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button