Il CDC avverte di un picco record di dengue nelle Americhe

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno diramato un nuovo allarme per le Americhe, segnalando un picco storico nell'incidenza della dengue.

Finora, sette visitatori del New Hampshire hanno contratto il virus, secondo il CDC. Il virus si trasmette agli esseri umani tramite la puntura di una zanzara Aedes infetta, che è anche il vettore per la diffusione di altri virus come chikungunya e zika.

Le nazioni dell'America centrale e meridionale hanno segnalato oltre 9,7 milioni di casi di dengue quest'anno, ha affermato il CDC nel suo avviso più recente. Si tratta del doppio dei casi registrati nel 2023 (4,6 milioni di casi).

Secondo il CDC, ogni caso di dengue nel New Hampshire è stato collegato a un residente in viaggio, mentre non sono stati segnalati casi localizzati.

Ogni anno fino a 400 milioni di persone in tutto il mondo contraggono il virus della dengue; circa 100 milioni di persone si ammalano e 40.000 muoiono. I sintomi della malattia variano. I sintomi lievi di un'infezione, come febbre, eruzioni cutanee o dolore agli occhi, possono essere facilmente confusi con altre malattie, secondo il CDC. I sintomi durano in genere da due a sette giorni, ma il CDC afferma che “la dengue grave è un'emergenza medica” che impone un viaggio in clinica o al pronto soccorso. Un caso grave può svilupparsi rapidamente anche in 24 ore.

I sintomi di un caso grave di dengue includono dolore e sensibilità addominale, vomito eccessivo, sanguinamento dalle gengive o dal naso, sangue nel vomito o nelle feci e sensazione di stanchezza o irritabilità.

Ultime Notizie

Back to top button