Cultura

Il commercio turistico della Giamaica crolla sotto il peso della sua sfrenata criminalità

La Giamaica sta vivendo un’ondata di criminalità che sta terrorizzando i suoi residenti e chiudendo l’industria del turismo mentre il governo chiede lo stato di emergenza ma rimane impotente a frenare la violenza.

Il primo ministro giamaicano Andrew Holness ha affermato che i giamaicani “devono nascondersi sotto i loro letti, nascondere le loro figlie, non possono andare in chiesa e vedono i loro figli, i loro fidanzati e mariti uccisi. Questa è la realtà.

Il 5 ottobre il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha emesso un avviso di viaggio di livello 3, indicando che gli americani dovrebbero “riconsiderare i viaggi” a causa di un aumento del rischio di criminalità nel paese. L’advisory ha osservato che “i crimini violenti, come le invasioni domestiche, le rapine a mano armata, le aggressioni sessuali e gli omicidi, sono comuni” e che “le aggressioni sessuali si verificano frequentemente”, anche nei resort all-inclusive.

“La polizia locale non ha le risorse per rispondere efficacemente a gravi incidenti criminali”, ha affermato l’advisory. “I servizi di emergenza variano in tutta l’isola e i tempi di risposta possono variare rispetto agli standard statunitensi. Il tasso di omicidi riportato dal governo della Giamaica è stato per diversi anni tra i più alti dell’emisfero occidentale.

La Giamaica sembrava riconoscere la gravità del suo problema dichiarando lo stato di emergenza il 15 novembre al fine di consentire alle autorità di affrontare meglio il crimine nella capitale Kingston e in luoghi turistici popolari come Montego Bay, quando poi ciò era inefficace , ha emesso un nuovo stato di emergenza il 6 dicembre a causa dell’aumento della violenza e dei crimini legati alle bande.

Lo stato di emergenza si è dimostrato controverso in quanto le autorità possono arrestare persone e perquisire edifici senza un mandato, il che potrebbe portare ad abusi da parte della polizia, sostengono i critici, ma Holness ha sottolineato la necessità di reprimere il problema.

“Abbiamo di fronte a noi alcune minacce criminali davvero serie e dobbiamo usare tutti i poteri a nostra disposizione”, ha detto Holness.

Gli Stati Uniti hanno rappresentato la spesa più significativa e il mercato con le migliori prestazioni per i turisti sull’isola nel 2021. L’uno-due di un avviso di viaggio statunitense e uno stato di emergenza nazionale potrebbero minacciare seriamente l’economia della Giamaica, secondo David Katz, un ex Agente federale degli Stati Uniti, fondatore e CEO di Global Security Group Inc.

“Negli anni passati, il Dipartimento di Stato, a seconda della situazione politica, a volte era riluttante persino a emettere un avvertimento”, ha detto Katz a Fox News Digital, aggiungendo: “Per me, per la Giamaica dire ‘abbiamo uno stato di emergenza, noi sono completamente fuori controllo’, questo avrà un impatto”, ha detto Katz.

Il turismo fornisce alla Giamaica la sua principale fonte di reddito, rappresentando fino al 29% del PIL del paese nel 2019 (pre-pandemia) secondo Statista, e legato alle rimesse (denaro o merci rispedite da cittadini emigrati dal paese).

Katz ha concluso dicendo: “Raccomanderemmo nella nostra pratica: rimandare tutti i viaggi non essenziali a meno che non ci fosse qualcosa di veramente, davvero criticamente necessario nel viaggio. Mettilo giù”.

Ultime Notizie

Back to top button