Mondo

Il corpo dello zambiano ucciso nella guerra della Russia contro l’Ucraina è tornato a casa

Lusaka, Zambia —

Il corpo di uno studente zambiano di 23 anni morto mentre combatteva per l’esercito russo nella guerra in Ucraina è stato riportato a casa.

Il corpo di Lemekani Nyirenda, che studiava ingegneria nucleare in Russia prima di arruolarsi nell’esercito, è arrivato domenica all’aeroporto internazionale Kenneth Kaunda di Lusaka.

Sebbene fosse uno studente, Lemekani è stato condannato per traffico di droga nell’aprile 2020 e condannato a 9 anni di carcere.

Successivamente è stato graziato con un’amnistia speciale a condizione che partecipasse alla guerra ed è stato ucciso mentre combatteva in Ucraina.

Lemekani Nyirenda è visibile in una foto pubblicata insieme al suo annuncio di morte sulla pagina Facebook Zambians in Moscow.

Il governo dello Zambia ha chiesto alle autorità russe di fornire dettagli sulla morte di Lemekani, ha detto il ministro degli Esteri, Stanley Kakubo.

“Ci è stato detto che il 23 agosto è stato graziato con condizioni e gli è stato permesso di partecipare a un’operazione militare speciale in cui è stato ucciso a settembre”, ha detto Kakubo in una nota. “Abbiamo quindi chiesto ai funzionari di fornire dettagli, non solo sul suo reclutamento”.

Ha detto che sono stati condotti test del DNA per confermare la sua identità e che alla sua famiglia verrà dato un risarcimento russo.

Lo Zambia lavorerà per garantire che nulla di simile accada di nuovo a uno zambiano che studia in Russia e che non ci siano altri zambiani nelle carceri russe, ha affermato Kakubo.

Gli zambiani hanno espresso tristezza per il fatto che un giovane studente sia stato spinto nell’esercito russo per combattere la loro guerra in Ucraina.

“Il dolore di perdere una persona cara in circostanze poco chiare è insopportabile. Come può la Russia iniziare a reclutare i nostri cittadini che studiano con una borsa di studio per combattere la loro guerra? Non è assolutamente giusto e il nostro governo dovrebbe garantire che proteggano le vite dei nostri cittadini in Russia”, ha detto Catherine Mwenya, residente a Lusaka.

Un altro zambiano ha esortato il governo a condannare la Russia per la morte.

“Questa morte richiede al governo di censurare con forza la Russia e dire loro di smetterla di sacrificare i nostri giovani che studiano lì per combattere questa guerra indesiderata con l’Ucraina. Spero solo che lo facciano e traccino una linea chiara per ciò che può essere tollerato o meno”, Kendricks Phiri disse.

Il portavoce della famiglia Ian Banda ha detto che il corpo sarà portato all’obitorio dell’ospedale universitario di Lusaka, dove i medici condurranno la patologia forense sul corpo a partire da lunedì.

Banda ha detto che il programma di sepoltura sarà annunciato solo dopo che i risultati della patologia saranno stati stabiliti.

Ultime Notizie

Back to top button