Cronaca

Il criminale che ha rotto la mascella alla ragazza NON sarà espulso dopo che il giudice ha sentito di aver commesso un reato, se lo è

Un criminale con una fedina penale di 14 reati, tra cui la rottura della mascella dell’ex, è sfuggito alla deportazione in Italia, perché nel Paese correrebbe “un rischio maggiore di recidiva”.

La polizia aveva lanciato una caccia all’uomo per Liberato Galizia, 33 anni, dopo che il suo ex compagno aveva avuto bisogno di un’operazione di emergenza utilizzando tre piastre di metallo e 12 viti per la ferita.

È stato arrestato all’aeroporto di Luton ed è stato incarcerato per 11 mesi per averla ferita nel 2018 per un crimine che gli investigatori avevano definito “malato”.

La condanna ha spinto il Ministero dell’Interno ad avviare un procedimento di espulsione nei confronti di Galizia, che vive a Coventry ma è originario di Napoli in Italia.

Una lettera dell’allora ministro dell’Interno Priti Patel affermava di essere considerato “una minaccia genuina, presente e sufficientemente seria” per il Regno Unito.

Ma dopo una serie di udienze in tribunale, il giudice del tribunale superiore Blundell ha ora stabilito che può rimanere nel Regno Unito.

All’udienza di Galazia è stato detto che le sue possibilità di riabilitazione non sarebbero state buone come in Italia, senza il sostegno della sua famiglia e del partner.

Ha detto che non sarebbe andata in Italia con lui e quindi alla camera è stato anche detto che “sarebbe stato notevolmente aumentato il rischio di recidiva” se fosse tornato lì.

Oggi lo stesso Galizia ha detto a MailOnline che era ‘ridicolo’ che fosse mai stato minacciato di espulsione, dichiarando ‘E’ uno scherzo che sia successo tutto’.

Liberato Galizia, 33 anni, è stato minacciato di espulsione dall’Italia per una serie di crimini in 14 anni

Liberato Galizia, 33 anni, attualmente vive a Coventry ma è originario di Napoli (nella foto) in Italia

Liberato Galizia, 33 anni, attualmente vive a Coventry ma è originario di Napoli (nella foto) in Italia

Al tribunale superiore della Camera per l’immigrazione e l’asilo che ha ascoltato il suo caso sono stati comunicati i dettagli di circa 14 reati, nell’arco dello stesso numero di anni.

Mentre l’attacco al suo ex è il più grave, è stato anche trovato con un coltello, droga, guida senza assicurazione e squalificato, oltre a maneggiare merce rubata.

Ma il tribunale ha ascoltato le sue dichiarazioni sul fatto che provava rimorso per ciò che aveva fatto e che il suo nuovo partner era un’influenza di supporto.

Il giudice ha detto di averlo ritenuto “sincero” e ha notato che non aveva commesso alcun reato negli ultimi sei anni.

Una lettera dell’allora ministro dell’Interno Priti Patel affermava che Galizia era considerata “una vera minaccia” per il Regno Unito

Con una sentenza contraria al parere del Ministero dell’Interno, il giudice ha stabilito che era giunto a una “chiara conclusione” che non doveva essere espulso.

Le 14 condanne che hanno visto il Ministero dell’Interno tentare di espellerlo

11 novembre 2004 – Interferire con un veicolo, ha ricevuto un ordine di deferimento di tre mesi.

10 dicembre 2004 – Sequestro di veicolo aggravato, ha ricevuto un ordine di rinvio di sei mesi e un divieto di circolazione.

8 maggio 2007 – Utilizzo del veicolo senza assicurazione, Guida in modo non conforme a una patente, Utilizzo di un veicolo senza revisione, Non fermarsi e Guidare senza la dovuta cura e attenzione, ha ricevuto una multa di £ 140 e un divieto di guida di sei mesi.

7 luglio 2007 – Non arrendersi, ha ricevuto una multa di £ 100.

31 luglio 2007 – Resistere a un poliziotto, Guidare mentre era squalificato, Usare il veicolo mentre non era assicurato, ha ricevuto un’ordinanza comunitaria di 12 mesi.

11 novembre 2007 – Guida in condizioni di squalifica, Utilizzo di un veicolo senza MOT, Utilizzo di un veicolo senza assicurazione, Guida in condizioni di squalifica, ha ricevuto la sospensione della pena di 12 settimane.

19 giugno 2008 – Distruggi o danneggia proprietà, ha ricevuto due settimane presso un Young Offenders Institution.

Il 10 dicembre 2008, la mancata partecipazione al test antidroga ha ricevuto una multa di £ 100.

28 settembre 2009 – Possesso di un’arma offensiva in un luogo pubblico, ha ricevuto 60 giorni presso l’Istituto per i giovani delinquenti.

30 settembre 2010 – Usando parole o comportamenti minacciosi per causare paura, ha ricevuto l’ordine della Comunità.

1 gennaio 2013 – Trattamento di merce rubata, ha ricevuto 12 mesi di reclusione.

8 ottobre 2013 – Il possesso di una droga di classe B (cannabis), ha ricevuto una multa di £ 110.

18 novembre 2016 – Usa parole o comportamenti minacciosi per causare paura, ha ricevuto una multa di £ 200.

25 gennaio 2018 – Ferito, ha ricevuto 11 mesi di carcere.

Il giudice del tribunale superiore Blundell ha dichiarato: “Il ricorrente non rappresenta una minaccia genuina, attuale e sufficientemente seria per gli interessi fondamentali del Regno Unito.

«Ciò basta per liquidare il ricorso a suo favore, a prescindere dalle conclusioni a cui giungo sulle restanti questioni».

È arrivata dopo le prove dell’attuale fidanzata infermiera dentale di Galizia – che il giudice ha definito “avvincente” – che ha raccontato come avevano “parlato di matrimonio e figli”.

La questione dei criminali stranieri che non hanno potuto essere espulsi dal Regno Unito è quella che ha perseguitato il Ministero dell’Interno.

La sua posizione è che coloro che considera “un rischio per il Regno Unito” non dovrebbero più essere autorizzati a rimanere.

Parlando da Coventry oggi, Galazia ha detto a MailOnline di essere un uomo cambiato e ha pensato che fosse stato pazzesco essere stato selezionato per una potenziale deportazione.

Ha insistito: ‘Tutta la faccenda è uno scherzo. Vivo in Inghilterra da quando avevo sei anni: questa è casa mia. Non potevo credere che stessero cercando di deportarmi in Italia.

‘Ho avuto un passato un po’ a scacchi, ma sono un prodotto del mio ambiente. Sono cresciuto a Coventry, non è una zona benestante e tutti i ragazzi della mia età sono stati un po’ nei guai.

«Sì, sono italiano di nascita, ma sono più inglese della maggior parte degli inglesi. Non parlo la lingua, a parte un po’ di italiano stentato, e non conosco nessuno lì.

«Ho un forte accento di Coventry. Non ho un amico italiano – tutti i miei amici sono inglesi. Adesso ho 33 anni, è tutto passato. Ho le cose insieme ora.

‘Sto avviando la mia attività di costruzione e sto solo andando avanti con quello. È uno scherzo che sia successo tutto.’

Il Ministero dell’Interno è stato contattato per un commento, ma di solito non parla di casi specifici riguardanti l’espulsione.

In precedenza ha sottolineato: “Non ci scusiamo per aver cercato di proteggere il pubblico da criminali stranieri gravi, violenti e persistenti

“Qualsiasi cittadino straniero condannato per un reato e condannato a una pena detentiva è preso in considerazione per l’espulsione il prima possibile e da gennaio 2019 abbiamo rimosso 8.441 delinquenti cittadini stranieri.

“Il nostro nuovo piano per l’immigrazione fermerà l’abuso del sistema e accelererà l’allontanamento di coloro che non hanno diritto di essere qui”.

Ultime Notizie

Back to top button