Il ct dell’Italia Luciano Spalletti accusa i suoi giocatori di essere “troppo timidi” e di non fare “niente di più che le cose essenziali” nel pareggio per 1-1 con la Croazia, dopo aver avuto bisogno del pareggio al 98° minuto per prenotare il loro posto nella fase a eliminazione diretta di Euro 2024

  • All’Italia è servito un gol al 98′ per salvare un punto contro la Croazia
  • Clicca qui per seguire il canale WhatsApp Euro 2024 di Mail Sport per tutte le ultime notizie e gli aggiornamenti dalla Germania
  • ASCOLTA It’s All Kicking Off! Steve Clarke è fuori? Il manager della Scozia li ha portati fin dove poteva?

Il ct dell’Italia Luciano Spalletti si è scagliato contro i suoi giocatori dopo che, lunedì sera, è bastato un gol al 98º per salvare la partita contro la Croazia, pareggiata 1-1.

I campioni in carica sembravano diretti al terzo posto nel Gruppo B, e attendevano con ansia di conoscere il loro destino, ma Mattia Zaccagni ha segnato all’ultimo minuto annullando il gol iniziale di Luka Modric.

Ciò ha sancito il posto dell’Italia nella fase a eliminazione diretta, ma Spalletti era tutt’altro che soddisfatto della prestazione della sua squadra. Il 65enne è passato a una formazione 3-5-2 per la partita a Lipsia dopo aver giocato in precedenza con un 4-3-3 nel girone, ma ha insistito sul fatto che la sua squadra ha giocato così male che non importava quale sistema avesse usato.

“Non siamo stati per niente prudenti”, ha detto Spalletti dopo essere stato interrogato dagli esperti di Sky Italia. “Se il limite è che facciamo fatica a giocare dalla difesa con palloni semplici, allora faremo fatica con qualsiasi formazione o sistema tattico che adotteremo”.

“Nel primo tempo abbiamo perso palla in un modo che non possiamo assolutamente permetterci. Questa non è prudenza. Se non giochiamo con qualità, se facciamo le basi e niente di più, faremo fatica.

Luciano Spalletti ha ritenuto che la sua Italia fosse “troppo timida” nel primo tempo contro la Croazia

L'Italia ha avuto una serata frustrante e ha avuto bisogno di un gol nei minuti finali per assicurarsi il secondo posto nel Gruppo B

L’Italia ha vissuto una serata frustrante e aveva bisogno di un gol nel finale per assicurarsi il secondo posto nel Gruppo B

Spalletti ha ammesso che la sua squadra dovrà migliorare molto nella fase a eliminazione diretta

Spalletti ha ammesso che la sua squadra dovrà fare molto meglio nella fase a eliminazione diretta

“Non è stata una questione di sistema, eravamo troppo timidi nel primo tempo, ma il sistema era irrilevante rispetto all’atteggiamento e alla qualità vista in campo”.

L’Italia affronterà la Svizzera agli ottavi dopo una fase a gironi poco convincente che l’ha vista raccogliere quattro punti in tre partite.

Spalletti ha affermato che la sua squadra ha mostrato solo “lampi” di qualità nella partita di lunedì e che dovrà fare molto meglio se vuole difendere il titolo.

“Non si può negarlo, nel primo tempo eravamo al di sotto del nostro livello abituale”, ha detto.

“Se non creiamo molto, non segneremo molto. Si vede che pensavamo di portare a casa un risultato, senza credere davvero di aver bisogno di una vittoria. È stato involontario, ma mi aspetto di più dai miei giocatori, perché lo dimostrano a sprazzi.

‘Hanno le qualità, ma a volte commettiamo errori davvero banali. Abbiamo capacità migliori di quelle che abbiamo visto oggi.

‘Jorginho ha giocato bene oggi, anche lui [Nicolo] Barella, [Riccardo] Calafiori è un giocatore di alto livello che sa fare tutto. Abbiamo modi per giocare dalla difesa, ma dobbiamo fare meglio.’

Ultime Notizie

Back to top button