Il governatore dello Stato di New York Hochul valuta il ritardo sulla tariffazione della congestione in mezzo alle preoccupazioni elettorali

Secondo quanto riferito da Politico e dal New York Times, il governatore di New York Kathy Hochul sta valutando la possibilità di rinviare il controverso piano statale di tariffazione della congestione a causa dei timori che potrebbe danneggiare i democratici alla Camera nelle elezioni di novembre.

Il piano di tariffazione della congestione, impostato per addebitare ai conducenti 15 dollari per entrare a Manhattan sotto la 60esima Strada, da allora ha suscitato un dibattito significativo. Negli ultimi giorni della sessione legislativa di Albany, Hochul potrebbe chiedere ai legislatori di aumentare l’imposta sui salari della MTA per le imprese di New York City. Ciò compenserebbe il miliardo di dollari di entrate derivanti dalla tariffazione della congestione su cui l’autorità di trasporto pubblico fa affidamento per assicurarsi 15 miliardi di dollari in obbligazioni per finanziare miglioramenti al trasporto pubblico.

Un insider ha indicato che il deputato Hakeem Jeffries (D-NY), che sta lavorando per riconquistare la maggioranza democratica alla Camera, è stato uno dei più importanti sostenitori del ritardo. Anche la deputata Nicole Malliotakis (R-NY) ha accolto con favore la potenziale mossa, attribuendola alla pressione dell’opinione pubblica e alle preoccupazioni sul suo impatto sulle prossime elezioni.

“È una buona notizia che il governatore Hochul stia considerando di ritardare la tariffazione della congestione, prevista per il 30 giugno, a causa della nostra pressione, della protesta pubblica e delle preoccupazioni che avrà un impatto sui democratici nelle elezioni di novembre”, ha detto Malliotakis. Ha incoraggiato i newyorkesi a continuare a contattare i loro rappresentanti per opporsi a quella che ha descritto come una “guerra alle automobili”.

Il piano di tariffazione della congestione mira ad alleviare il traffico, generare fondi per il trasporto pubblico e migliorare la qualità dell’aria. Tuttavia, è stato criticato sia dai democratici che dai repubblicani come un onere finanziario, anche per i locali senza auto. Le voci di un ritardo nel piano coincidono con diverse cause legali che contestano il pedaggio. La Trucking Association di New York ha recentemente intentato una causa, definendo “eccessivi” i pedaggi aggiuntivi per i camion di grandi dimensioni. Inoltre, il governatore democratico del New Jersey Phil Murphy si è opposto al piano e all’inizio di questa primavera ha persino fatto causa per bloccarlo.

Inizialmente convertito in legge cinque anni fa dall’allora governatore Andrew Cuomo, il piano di tariffazione della congestione è contrastato da circa il 63% dei newyorkesi, secondo un sondaggio del Siena College di aprile.

L’ufficio del governatore Hochul non ha ancora risposto alle richieste di commento sulla questione.

Ultime Notizie

Back to top button