Il gruppo del Parlamento europeo espelle la delegazione di estrema destra

Il gruppo di estrema destra Identità e Democrazia (ID) del Parlamento europeo ha espulso la delegazione tedesca di Alternativa per la Germania (AfD).

La decisione di ID giovedì è arrivata il giorno dopo che l’AfD ha bandito il suo leader, Maximilian Krah, dagli eventi elettorali.

Krah è indagato per i suoi legami con Russia e Cina dopo che uno dei suoi collaboratori è stato arrestato con l’accusa di spionaggio a favore della Cina.

Inoltre, in un’intervista pubblicata su un giornale italiano, ha detto che non avrebbe detto “che chiunque indossasse l’uniforme delle SS era automaticamente un criminale”. Si riferiva alle tanto temute Schutzstaffel naziste, le guardie d’élite in uniforme nera della Germania nazista.

La dichiarazione delle SS di Krah insieme ad altri comportamenti erano troppo per altri gruppi di estrema destra.

L’ID ha dichiarato in un comunicato che “non vuole più essere associata agli incidenti che hanno coinvolto Maximilian Krah” e che l’AfD è stata esclusa “con effetto immediato”.

Reuters ha riferito di aver visto una lettera del partito AfD all’ID, in cui si chiedeva che il gruppo parlamentare espellesse solo Krah invece dell’intero gruppo. Nella lettera, secondo Reuters, l’AfD attribuisce la colpa delle azioni di Krah alla sua “personalità”.

Le delegazioni di estrema destra al Parlamento europeo sono divise in diversi gruppi, ma i due gruppi principali sono i conservatori e riformisti europei guidati dal primo ministro italiano Giorgia Meloni e il Rassemblement National (RN) guidato dalla francese Marine Le Pen.

Martedì, RN ha detto che non si sarebbe più seduto con l’AfD a Bruxelles, dove ha sede il Parlamento europeo.

Jean-Paul Garraud, un deputato francese della RN, ha affermato che le osservazioni di Krah sono “inammissibili”.

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, tuttavia, ha messo in guardia dal lasciarsi impressionare dall’azione di un gruppo di estrema destra contro un altro.

“Nome diverso, ma tutti uguali”, ha detto.

“Questa è davvero la fine del percorso di radicalizzazione dell’AfD, che è diventato troppo radicale da digerire anche per la frangia di estrema destra dello spettro politico europeo”, ha affermato Nicolai von Ondarza, dell’Istituto tedesco per l’Internazionale. e Sicurezza, ha scritto su X, ex Twitter.

Gli analisti politici, tuttavia, hanno previsto che i partiti nazionalisti ed euroscettici otterranno un numero record di voti nelle elezioni del prossimo mese.

Sebbene l’AfD abbia bandito Krah da qualsiasi apparizione agli eventi per le prossime elezioni europee, il suo nome rimarrà nella scheda elettorale perché, secondo quanto riferito, è troppo tardi per rimuoverlo.

Krah rimane il candidato principale del partito e i leader dell’AfD affermano di rimanere “ottimisti” sui risultati elettorali.

Ultime Notizie

Back to top button