Il mistero della bambina scomparsa scomparsa nel 1996 è stato riaperto dopo aver affermato di essere detenuta in Turchia

Una ricerca che dura da tre decenni per una ragazza italiana scomparsa ha dato nuova speranza a seguito delle notizie che sarebbe stata trattenuta su un’isola turca dopo essere stata rapita da bambina.

I rapporti affermano che Angela Celentano, scomparsa da un picnic di famiglia a Napoli nell’agosto 1996, viva sull’isola di Buyukada, vicino a Istanbul.

Le autorità italiane hanno ordinato una nuova indagine dopo che una donna italiana ha affermato che Angela vive con un uomo che crede sia suo padre.

Vincenza Trentinella ha affermato che l’informazione le è stata data da un prete morente, che avrebbe detto che gli era stata rivelata durante una confessione.

Trentinella dice di aver viaggiato in Turchia e di aver incontrato Angela, così come il suo presunto rapitore, prima di avvisare la polizia italiana.

Il quotidiano turco Milliyet ha riferito che la polizia turca e quella italiana stanno collaborando per trovare la ragazza, che quest’anno compirà 30 anni.

Angela Celentano, una ragazza italiana che si è persa all’età di tre anni, è scomparsa da 27 anni

La foto della progressione dell'età di Angela Celentano, raffigurante come potrebbe apparire adesso

La foto della progressione dell’età di Angela Celentano, raffigurante come potrebbe apparire adesso

Secondo Trentinella, il prete morente le aveva raccontato di un veterinario che viveva sull’isola, una popolare meta turistica, che avrebbe rapito Angela.

La donna racconta di essere andata sull’isola anni dopo e di aver incontrato il rapitore e la stessa Angela.

Ha detto di aver fornito le informazioni alla polizia italiana al suo ritorno nel paese.

I media italiani affermano che le forze di polizia congiunte avevano interrogato una persona chiamata “FD” a Buyukada.

La persona avrebbe negato di aver mai incontrato Trentinella.

La polizia ha anche scoperto che all’uomo mancava una cicatrice come descritto dall’italiano.

Un giudice italiano ha comunque prorogato le indagini di altri sei mesi e ha chiesto che si indagasse sull’accusa di Trentinella.

Secondo quanto riferito, i genitori di Angela erano entusiasti delle notizie provenienti dalla Turchia.

Nel corso degli anni hanno ricevuto numerose segnalazioni anonime di avvistamenti, che li hanno portati in luoghi remoti come il Messico, il Sud Africa e il Venezuela.

Tuttavia, nessuna soffiata fino ad oggi ha portato al ritrovamento di Angela.

Nonostante le piste fallite, la sua famiglia non ha mai smesso di cercarla.

Verso la fine di febbraio, le speranze sono andate deluse quando un test del DNA di una donna del Sud America non corrispondeva.

La famiglia ha scritto sui social media: “Continueremo nella nostra ricerca e qualsiasi altro rapporto degno di ulteriori indagini sarà coperto”.

Angela è scomparsa il 10 agosto 1996 durante un viaggio di famiglia sul Monte Faito, nel sud-ovest dell’Italia.

Si dice che sia scomparsa intorno alle 13:00 durante un picnic.

Suo padre, Catello, si rese conto che la ragazza non era più seduta dietro di lui mentre mangiavano.

La famiglia ha allertato le autorità quando non sono riuscite a trovarla nelle vicinanze.

La polizia e i vigili del fuoco hanno contribuito a unirsi alla ricerca, che è durata quattro giorni.

Decine di uomini, cani ed elicotteri hanno cercato con la famiglia, che ha allestito una tenda per rimanere sul posto e cercare la figlia.

Un ragazzo di 11 anni ha detto di aver visto Angela allontanarsi dal gruppo su un sentiero diretto a un parcheggio.

Settimane dopo, un dodicenne ha detto di aver incontrato Angela con l’undicenne lungo il sentiero e di aver visto due uomini rapire la ragazza e metterla in macchina.

I genitori di Angela Celentano, che cercano la figlia da quasi 30 anni

I genitori di Angela Celentano, che cercano la figlia da quasi 30 anni

Angela Celentano (nella foto) è scomparsa durante un viaggio di famiglia nel sud-ovest dell'Italia nel 1996, all'età di 3 anni

Angela Celentano (nella foto) è scomparsa durante un viaggio di famiglia nel sud-ovest dell’Italia nel 1996, all’età di 3 anni

Da allora, la famiglia ha setacciato online qualsiasi indizio che potesse portarli alla figlia.

Si credeva che una donna, Celeste Ruiz dal Messico, fosse Angela.

Dopo due anni, la polizia ha detto alla famiglia che Celeste non lo era.

Ma i genitori Catello e Marisa hanno comunque adottato la ragazza.

Un’altra donna messicana che in seguito ha detto di essere Angela è stata successivamente confermata di non esserlo.

Ultime Notizie

Back to top button