Il Parlamento europeo ti ha cambiato la vita, davvero. Ecco come.

Ma mentre aspettiamo di vedere come si svilupperanno le elezioni europee del 2024, ecco un’istantanea di alcune delle cose più piccole ma più tangibili che gli eurodeputati hanno fatto negli ultimi cinque anni.

Un caricabatterie per alimentarli tutti

La stessa Apple non lo ammetterà mai, ma quando ha lanciato l’iPhone 15 con una normale porta di ricarica USB-C invece della porta Lightning proprietaria, potresti ringraziare l’UE per questo. L’azienda ha anticipato le norme UE – meglio conosciute come “caricabatterie comune” – che impongono che tutti gli smartphone abbiano una porta USB-C entro la fine di quest’anno. Le norme – che sono state a lungo richieste dal Parlamento europeo ed estese per coprire e-reader, tastiere e mouse, auricolari e dispositivi indossabili da parte degli eurodeputati – avevano lo scopo di combattere uno dei fastidi dei clienti dell’UE: un cassetto pieno di caricabatterie diversi per diversi tipi delle porte di ricarica. Certo, i dirigenti dell’UE hanno affermato che realizzando il caricabatterie USB-C si ridurrebbero i rifiuti elettronici standard. Ma questo era sicuramente uno per i consumatori: da Bruxelles, con amore.

La stessa Apple non lo ammetterà mai, ma quando ha lanciato l’iPhone 15 con una normale porta di ricarica USB-C invece della porta Lightning proprietaria, potresti ringraziare l’UE per questo. | Frederic J.Brown/AFP tramite Getty Images

Chiamate transfrontaliere più economiche

I cittadini dell’UE saranno presto in grado di chiamare i loro compagni Erasmus o gli amici amanti del sole che si sono trasferiti sulle coste più belle d’Europa allo stesso costo di chiamare i loro amici lungo la strada. Non è stata una vittoria facile, ma i legislatori hanno convinto le capitali dell’UE ad accettare di abolire i sovrapprezzi applicati dagli operatori di telecomunicazioni quando chiami o mandi un messaggio a qualcuno in un altro paese dell’UE, integrando il famoso regime di roaming gratuito dell’UE, che ti consente di utilizzare il telefono come a casa quando viaggi. all’interno del blocco. L’unico avvertimento: tutto ciò inizierà solo nel 2029, a condizione che la Commissione europea faccia i compiti e adotti le norme tecniche necessarie.

Google Maps (o sì?)

Gli europei sono stati portati alla distrazione da Ricerca Google da quando la società ha cambiato il modo in cui vengono visualizzati i risultati relativi alla posizione. Le persone erano in grado di cercare da qualche parte su Google, fare clic sul collegamento di Google Maps che veniva visualizzato e iniziare a navigare verso la posizione. Questo trucco non funziona più in Europa per gentile concessione del Digital Markets Act dell’Unione Europea, che ha costretto le grandi aziende tecnologiche a smettere di dare priorità ai propri prodotti e servizi rispetto ai rivali più piccoli sulle loro piattaforme. Anche se questo potrebbe aprire la strada ai player più piccoli per ottenere una maggiore visibilità sui motori di ricerca, gli utenti di Google hanno difficoltà ad adattarsi: alcuni hanno iniziato a condividere cheat code e, ironicamente, estensioni di Google Chrome che ripristinano la vecchia versione di Search.

Gli europei sono stati portati alla distrazione da Ricerca Google da quando la società ha cambiato il modo in cui vengono visualizzati i risultati relativi alla posizione. | Olivier Douliery/AFP tramite Getty Images

Diritto alla riparazione

Di fronte a un laptop rotto o uno smartphone la cui batteria deve essere sostituita, la domanda è sempre stata: “Devo ripararlo o comprarne uno nuovo, visto che costa quasi lo stesso?” Bruxelles vuole assicurarsi che le persone possano scegliere facilmente l’opzione di riparazione. Almeno, questo è ciò a cui puntava quando ha proposto nuove regole per costringere le aziende a dare priorità alla riparazione dei beni di consumo rotti piuttosto che alla loro sostituzione, e per rendere facilmente accessibili pezzi di ricambio e manuali di riparazione. Il Parlamento europeo si è battuto duramente per ampliare il più possibile la portata del diritto alla riparazione, ma ha incontrato una forte resistenza da parte dei paesi dell’UE ad applicarlo solo ai prodotti per i quali esistono già norme sulla progettazione ecocompatibile. I governi nazionali hanno dato la loro approvazione definitiva alla nuova legge sul diritto di riparazione la settimana scorsa, giusto in tempo per le elezioni europee.

Takeaway dal nuovo look

Nel vecchio mondo, d’inverno compravi la zuppa in bicchieri di polistirolo e d’estate la trovavi sulla spiaggia. Ma grazie alla legge europea sulla plastica monouso, quei giorni sono, in teoria, ormai lontani. Ai tempi in cui la legge stava attraversando la consueta partita a ping-pong legislativa tra istituzioni (certamente sotto il Parlamento 2014-2019, anche se è stata trasformata in legge dopo le ultime elezioni, quindi la includiamo), gli eurodeputati si sono battuti per restrizioni su un piano più ampio gamma di prodotti. I venditori di cibo da asporto hanno dovuto passare a tipi di contenitori più sostenibili, come scatole di cartone che possono essere raccolte e riciclate più facilmente, per abbinarsi a coltelli e forchette di legno e cannucce di carta. E grazie alle nuove norme sugli imballaggi appena adottate, presto potrai andare al bancone e chiedere che l’insalata greca ti venga servita direttamente nel tuo cestino del pranzo.

I venditori di cibo da asporto hanno dovuto passare a tipi di contenitori più sostenibili, come scatole di cartone che possono essere raccolte e riciclate più facilmente, per abbinarsi a coltelli e forchette di legno e cannucce di carta. | Foto tramite iStock

Tappi di bottiglia attaccati

Non abbiamo resistito all’aggiunta del fatto che da luglio i tappi delle vostre bottiglie di bibite dovranno essere attaccati al resto del contenitore, anche se questo è anche una conseguenza delle norme sulla plastica monouso adottate nel 2019. scopo? Per ridurre i rifiuti lasciati dai coperchi delle bottiglie e aumentare il loro tasso di riciclaggio. Il problema? Alcuni fan delle bevande gassate si lamentano che il tappo incernierato continua a graffiarli o a colpirli in faccia. Il capo della Lega populista di destra italiana e vice primo ministro del paese, Matteo Salvini, ha persino colto l’occasione per invocare lo spauracchio del Green Deal e l’ecopolitica “surreale” di Bruxelles. Ma con l’aumento dell’inquinamento da plastica, i gruppi della società civile sostengono che una bottiglia di plastica un po’ più complicata sia un piccolo prezzo da pagare per mari più puliti. Inoltre, basta girarlo di lato?

Reporting di Pieter Haeck, Mathieu Pollet, Edith Hancock, Luisa Guillot, Marianne Gros e Leonie Cater.

Ultime Notizie

Back to top button