Il partito al potere in Estonia nomina il ministro del clima per l’incarico più importante del paese

Helsinki —

Sabato, il Partito riformista di centro-destra al potere in Estonia ha scelto il ministro del clima Kristen Michal per sostituire la leader uscente Kaja Kallas come primo ministro del Paese baltico.

La decisione unanime di nominare Michal è stata presa in seguito a una riunione a porte chiuse del consiglio direttivo del partito, solo due giorni dopo che l’Unione Europea aveva nominato Kallas come nuovo responsabile della politica estera dell’Unione.

Kallas, prima donna primo ministro dell’Estonia da gennaio 2021, è attualmente a capo di un governo di coalizione tripartito. Sotto la sua guida, il Partito riformista ha vinto a stragrande maggioranza le elezioni generali del marzo 2023.

Ha proposto una riunione straordinaria del partito per eleggere il suo sostituto come presidente del partito il 14 luglio; si prevede che Michal assumerà il suo posto dopo che il suo principale rivale, il ministro della Difesa ed ex primo ministro Hanno Pevkur, si è ritirato venerdì.

La nomina di Michal per la carica più importante dell’Estonia dovrà poi essere approvata dal presidente Alar Karis e dal Riigikogu, o Parlamento, composto da 101 seggi, dove la coalizione detiene un’ampia maggioranza.

Dall’aprile dell’anno scorso è ministro per gli affari climatici.

L’Estonia, sotto il governo di Kallas, è stata uno dei più convinti sostenitori dell’Ucraina in Europa dopo l’invasione russa iniziata nel febbraio 2022.

“Il popolo estone ha bisogno di garanzie che la nostra casa e la nostra terra siano protette e che il paese sia ben gestito”, ha detto Michal in un comunicato stampa dopo l’incontro del partito, aggiungendo che la sicurezza nazionale resterà una questione chiave per il nuovo governo dell’Estonia. paese di 1,3 milioni di abitanti confinante con la Russia.

Il 48enne Michal, ex ministro dell’economia e della giustizia, ha anche promesso di migliorare la competitività economica del paese come primo ministro. Ha anche lasciato intendere che l’attuale programma di governo quadriennale concordato dalla coalizione sarebbe stato probabilmente rivisto sotto la sua guida.

Il ministro del clima è un politico esperto che è stato attivo tra le fila del Reform Party, l’establishment politico chiave dell’Estonia, dalla fine degli anni ’90. Oltre agli incarichi di gabinetto, Michal ha ricoperto il ruolo di segretario del partito Reform, membro del consiglio comunale di Tallinn e consigliere dell’ex primo ministro Siim Kallas, co-fondatore di Reform e padre di Kaja Kallas.

È noto per una lunga e acclamata carriera politica focalizzata sugli affari interni dell’Estonia, ma manca di esperienza internazionale – quasi l’esatto opposto di Kaja Kallas che ha eccelso sulle arene internazionali con la sua esperienza all’estero ma era chiaramente fuori dalla sua zona di comfort nella politica interna, guidando a un forte calo della sua popolarità tra gli estoni.

Kallas ha riconosciuto la forte esperienza politica interna di Michal come una risorsa. È “molto più forte nelle tattiche politiche di quanto non lo sia mai stata”, ha detto sabato al portale di notizie Delfi.

Il Partito riformista ha affermato che Kallas rappresenterà l’Estonia come primo ministro al vertice della NATO che si terrà a Washington a luglio.

Ultime Notizie

Back to top button