Il primo caso confermato di influenza aviaria umana non è morto a causa di ciò

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato venerdì che la prima infezione umana confermata da influenza aviaria H5N2 è stata un uomo morto ad aprile che soffriva di molteplici disturbi e la sua morte non era direttamente attribuibile all’influenza aviaria.

Venerdì, durante una conferenza stampa a Ginevra, il portavoce dell’OMS Christian Lindmeier ha detto ai giornalisti che è in corso un’indagine, compresi gli esami del sangue dei contatti dell’uomo per determinare se c’era qualche possibile infezione precedente. Ma ha confermato: “La morte è una morte multifattoriale, non una morte attribuibile all’H5N2”.

Mercoledì l’OMS ha annunciato che il messicano di 59 anni è stato il primo caso umano confermato in laboratorio di infezione da virus dell’influenza aviaria H5N2.

In un comunicato, l’agenzia ha affermato che i funzionari sanitari messicani hanno segnalato per la prima volta il caso all’OMS il 23 maggio, quando è stato rilevato nell’uomo dopo essere stato ricoverato in ospedale a Città del Messico.

Aveva diverse condizioni mediche di base e i suoi parenti hanno riferito che l’uomo era già stato costretto a letto per tre settimane per altri motivi e non aveva precedenti di esposizione a pollame o altri animali.

Il 24 aprile l’uomo è stato nuovamente ricoverato in ospedale con sintomi multipli ed è morto lo stesso giorno a causa di complicazioni della sua condizione.

I test hanno confermato che l’uomo aveva contratto l’influenza H5N2, ha detto l’OMS a maggio, affermando che il rischio per la popolazione in Messico è basso e che non sono stati scoperti altri casi umani. Dei 17 contatti dell’uomo identificati e monitorati nell’ospedale dove è morto, nessuno ha contratto la malattia.

Gli scienziati hanno affermato che il caso non è correlato all’epidemia di influenza aviaria H5N1 negli Stati Uniti che ha infettato tre lavoratori di aziende lattiero-casearie.

Alcune informazioni per questo rapporto sono state fornite da Associated Press, Reuters e Agence France-Presse.

Ultime Notizie

Back to top button