Il primo ministro georgiano e il presidente criticano la legge sulla libertà dei media

Tbilisi, Georgia—

Domenica il presidente e il primo ministro della Georgia si sono scagliati l’uno contro l’altro durante una cerimonia che celebra il giorno dell’indipendenza del paese, mentre persistono forti tensioni su una legge che, secondo i critici, ostacolerà la libertà dei media e danneggerà il tentativo della Georgia di aderire all’Unione Europea.

La misura richiederebbe che i media e le organizzazioni non governative si registrino come “portatori degli interessi di una potenza straniera” se ricevono più del 20% del loro budget dall’estero. Gli oppositori la denunciano come “la legge russa” a causa di regolamenti simili anche lì.

Grandi proteste si sono svolte ripetutamente nella capitale Tbilisi mentre la misura veniva approvata dal parlamento. Dopo che l’assemblea legislativa ha approvato il disegno di legge, il presidente Salome Zourabichvili ha posto il veto il 18 maggio, ma il partito Sogno georgiano del primo ministro Irakli Kobakhidze e i suoi sostenitori hanno abbastanza voti in parlamento per annullare il veto.

“Mentre lo spettro della Russia incombe su di noi, il partenariato e il riavvicinamento con l’Europa sono la vera strada per preservare e rafforzare la nostra indipendenza e pace. Coloro che sabotano e minano questo percorso calpestano e danneggiano il futuro pacifico e sicuro del nostro Paese, ostacolando il percorso per diventare un membro a pieno titolo del mondo libero e democratico”, ha affermato Zourabichvili durante la cerimonia che celebra il 106° anniversario della dichiarazione di indipendenza della Georgia. dalla Russia.

Manifestanti con le bandiere nazionali georgiane e dell’UE si radunano durante una protesta dell’opposizione contro un disegno di legge sull’influenza straniera in occasione del Giorno dell’Indipendenza del loro paese, nel centro di Tbilisi, Georgia, il 26 maggio 2024.

Nella stessa cerimonia, Kobakhidze ha lodato lo sviluppo della Georgia e ha criticato aspramente Zourabichvili.

“Sono stati l’unità e i passi ragionevoli del popolo e del suo governo eletto che ci hanno dato l’opportunità di mantenere la pace nel paese negli ultimi due anni nonostante le minacce esistenziali e i molteplici tradimenti, compreso il tradimento del presidente della Georgia”, ha affermato. .

In serata migliaia di oppositori del provvedimento hanno sfilato lungo uno dei viali principali della capitale. Alcune precedenti manifestazioni contro la legge hanno provocato scontri tra manifestanti e polizia.

Il braccio della politica estera dell’Unione Europea ha affermato che “l’adozione di questa legge ha un impatto negativo sui progressi della Georgia nel percorso verso l’UE”. I critici sostengono che potrebbe essere stato spinto dalla Russia a contrastare le possibilità della Georgia di integrarsi ulteriormente con l’Occidente.

Il segretario di Stato americano Antony Blinken ha annunciato giovedì che saranno imposti divieti di viaggio ai funzionari georgiani “responsabili o complici di minare la democrazia in Georgia” e “resta la nostra speranza che i leader georgiani riconsiderino il progetto di legge e adottino misure per andare avanti”. con le aspirazioni democratiche ed euro-atlantiche della loro nazione”.

Ultime Notizie

Back to top button