Il Primo Ministro Sunak si impegna a ripristinare il servizio nazionale in Gran Bretagna

Londra—

Tutti i diciottenni in Gran Bretagna dovranno svolgere un anno di servizio nazionale militare o civile obbligatorio se il Partito conservatore al governo vincerà le elezioni nazionali del 4 luglio, ha detto domenica il partito.

Il primo ministro Rishi Sunak si è impegnato a ripristinare una forma di servizio nazionale per la prima volta in più di 60 anni, cercando di rilanciare la sua campagna elettorale dopo un inizio incerto.

Il Regno Unito ha introdotto la coscrizione militare per gli uomini e alcune donne durante la seconda guerra mondiale e ha imposto 18 mesi di servizio militare obbligatorio per gli uomini tra il 1947 e il 1960. Da allora, la Gran Bretagna ha avuto un esercito composto da soli volontari le cui dimensioni si sono costantemente ridotte.

Secondo il piano, una piccola minoranza di diciottenni – 30.000 su un totale stimato di 700.000 – trascorrerebbero 12 mesi nell’esercito, lavorando in settori quali la logistica o la difesa informatica. Il resto trascorrerebbe un fine settimana al mese lavorando per enti di beneficenza, gruppi comunitari o organizzazioni come ospedali, polizia e vigili del fuoco.

Sunak ha affermato che il programma aiuterebbe a “creare uno scopo condiviso tra i nostri giovani e un rinnovato senso di orgoglio per il nostro Paese”.

Non è ancora chiaro come sarà reso obbligatorio. Il ministro degli Interni James Cleverly ha affermato che nessuno sarà costretto a prestare servizio militare.

Domenica ha intelligentemente affermato che l’obiettivo principale del nuovo piano non è potenziare le forze armate ma costruire “una società in cui le persone si mescolano con persone al di fuori delle proprie comunità, si mescolano con persone provenienti da contesti diversi, religioni diverse, livelli di reddito diversi”.

I conservatori hanno stimato il costo del piano di servizio nazionale a 2,5 miliardi di sterline (3,2 miliardi di dollari) all’anno. Hanno detto che il finanziamento sarà in parte prelevando 1,5 miliardi di sterline (1,9 miliardi di dollari) dal Shared Prosperity Fund del Regno Unito, istituito nel 2022 per rigenerare le comunità povere.

I laburisti hanno affermato che l’annuncio del servizio nazionale era un “disperato impegno non finanziato di 2,5 miliardi di sterline” da parte di un partito “in bancarotta di idee”.

L’ex ministro dell’Interno laburista Alan Johnson ha affermato che il piano dei Tory equivale a “volontariato obbligatorio” e ha previsto che “non accadrà mai”.

Le elezioni nel Regno Unito non devono svolgersi a più di cinque anni di distanza l’una dall’altra. Il primo ministro può scegliere il momento entro quel periodo e Sunak, 44 anni, ha avuto tempo fino a dicembre per fissare la data.

Ha colto di sorpresa la maggior parte dei cittadini, compresi quelli del suo stesso partito, quando ha annunciato mercoledì che le elezioni si sarebbero svolte il 4 luglio. I conservatori, in carica da 14 anni, sono in svantaggio rispetto al partito laburista di opposizione guidato da Keir Starmer. nei sondaggi d’opinione e stanno cercando di superare la diffusa sensazione che gli elettori vogliano il cambiamento.

L’annuncio elettorale di Sunak fuori dal numero 10 di Downing Street lo ha visto inzuppato di pioggia e soffocato dai manifestanti che suonavano a tutto volume una canzone della campagna laburista. Una delle sue prime tappe elettorali fu al cantiere navale di Belfast, dove fu costruito il tragico transatlantico Titanic, un altro dettaglio colto allegramente dagli avversari.

Gli elettori eleggeranno i legislatori per occupare tutti i 650 seggi della Camera dei Comuni. Il leader del partito che può comandare la maggioranza dei Comuni – da solo o in coalizione – diventerà primo ministro.

Ultime Notizie

Back to top button