Mondo

Il Qatar minaccia che le accuse di corruzione dell’UE potrebbero avere un impatto sugli accordi sul gas

Il Qatar domenica (18 dicembre) ha condannato un’indagine sulla corruzione condotta dal Belgio e la sospensione dell’accesso dello stato del Golfo al parlamento dell’UE, affermando che potrebbe avere un impatto “negativo” sui legami e sulle forniture di gas naturale.

Una dichiarazione rilasciata da un diplomatico del Qatar ha criticato le autorità belghe e ha insistito sul fatto che erano state utilizzate informazioni “imprecise”.

Eva Kaili, eurodeputata greca, è una delle quattro persone accusate dopo i raid che hanno portato alla luce almeno 1,5 milioni di euro in contanti.

Si sospettava che il denaro fosse collegato a uno stato del Golfo e la scorsa settimana il parlamento dell’UE ha chiesto la sospensione dell’accesso del Qatar all’istituzione.

Lo scandalo è scoppiato mentre molti paesi europei guardano al Qatar per le forniture di gas naturale liquefatto. È stato anche un collegamento nei contatti con l’Afghanistan e ha portato migliaia di cittadini europei fuori dal paese quando i talebani hanno preso il potere.

La Germania firma il primo importante accordo sul gas con il Qatar

QatarEnergy e la società americana ConocoPhillips hanno firmato un contratto di 15 anni per fornire due milioni di tonnellate di gas naturale liquefatto (GNL) alla Germania, notizia accolta con favore dal vicecancelliere Robert Habeck.

“La decisione di imporre una restrizione così discriminatoria che limiti il ​​dialogo e la cooperazione con il Qatar prima che il processo legale sia terminato, influenzerà negativamente la cooperazione in materia di sicurezza regionale e globale, nonché le discussioni in corso sulla povertà e la sicurezza energetica globale”, ha affermato il diplomatico.

“Respingiamo fermamente le accuse che associano il nostro governo a cattiva condotta”, ha aggiunto la dichiarazione.

“Il Qatar non è stato l’unico soggetto citato nelle indagini, eppure il nostro Paese è stato esclusivamente criticato e attaccato”.

Secondo i resoconti dei media, anche gli interessi marocchini sono oggetto di scrutinio nelle indagini.

“Abbiamo osservato con grande allarme la condanna selettiva del nostro Paese di questa settimana”, afferma la dichiarazione.

I pubblici ministeri belgi hanno affermato di aver indagato sulla corruzione del parlamento europeo per più di un anno prima dei raid e degli arresti degli ultimi 10 giorni.

“È profondamente deludente che il governo belga non abbia fatto alcuno sforzo per impegnarsi con il nostro governo per stabilire i fatti una volta venuti a conoscenza delle accuse”, ha affermato il diplomatico.

I deputati “ingannati”

La dichiarazione ha evidenziato il rapporto “stretto” con il Belgio.

“Le nostre nazioni hanno collaborato durante la pandemia di Covid-19 e il Qatar è un importante fornitore di GNL per il Belgio”, ha sottolineato.

Kaili è stata privata dei suoi doveri di vicepresidente del Parlamento europeo. Lei e altre tre persone sono state accusate di “organizzazione criminale, corruzione e riciclaggio di denaro”.

Lo scandalo ha provocato un’onda d’urto nel parlamento dell’UE tra le richieste di un giro di vite generale sui rapporti con i lobbisti di paesi terzi.

Il Qatar sente di essere stato ingiustamente preso di mira, con sentimenti influenzati da altre accuse mosse contro il ricco stato del Golfo per aver ospitato la Coppa del Mondo.

“La decisione di vietare esclusivamente i rappresentanti di una singola nazione al Parlamento europeo dimostra che gli eurodeputati sono stati ingannati in modo significativo”, afferma la dichiarazione.

“È un peccato che alcuni abbiano agito sulla base di pregiudizi precostituiti contro il Qatar e abbiano formulato i loro giudizi sulla base delle informazioni inesatte contenute nelle fughe di notizie piuttosto che attendere la conclusione delle indagini”.

Il Qatar ha già avuto una resa dei conti diplomatica con la Germania negli ultimi mesi. Doha ha convocato l’ambasciatore tedesco dopo che il ministro degli Interni ha espresso dubbi sul fatto che il Qatar debba ospitare la Coppa del Mondo a causa del trattamento riservato ai lavoratori stranieri.

“Il Qatar ha legami forti e di lunga data con molti paesi dell’Unione Europea, ed estendiamo la nostra gratitudine a coloro che hanno dimostrato il loro impegno per queste relazioni durante l’attuale ondata di attacchi contro il nostro paese”, ha affermato il diplomatico.

Ultime Notizie

Back to top button