Il rumore rosa può migliorare il sonno e la memoria?

Potresti aver sentito parlare del rumore bianco utilizzato per mascherare i suoni di sottofondo. Ora ha una concorrenza colorata.

C’è un crescente interesse attorno al rumore rosa, al rumore marrone e al rumore verde – un arcobaleno di suoni rilassanti – e ai loro effetti teorici sul sonno, sulla concentrazione e sulla risposta al rilassamento.

La scienza è nuova, con solo pochi piccoli studi alle spalle, ma ciò non ha impedito a migliaia di persone di ascoltare per ore questi rumori su YouTube e su app di meditazione che forniscono una tavolozza di rumori colorati con abbonamenti a pagamento.

Cos’è il rumore rosa?

Per comprendere il rumore rosa, inizia con il bianco, il più familiare dei rumori cromatici.

Il rumore bianco è simile all’elettricità statica trasmessa dalla radio o dalla TV. Gli ingegneri del suono lo definiscono come avente lo stesso volume su tutte le frequenze udibili dall’orecchio umano. Prende il nome dalla luce bianca, che contiene tutte le lunghezze d’onda dei colori visibili.

Ma le alte frequenze del rumore bianco possono sembrare dure. Il rumore rosa abbassa il volume sulle frequenze più alte, quindi il suono risulta più basso e più simile al suono naturale della pioggia o dell’oceano.

Il rumore marrone ha un tono ancora più basso, conferendogli un rombo piacevole e rilassante.

Il rosa e il marrone, come il bianco, hanno definizioni standard per gli esperti di audio. Altri rumori di colore sono creazioni più recenti con definizioni molto flessibili.

Qual è la scienza dietro i rumori di colore?

Secondo una recente revisione di studi limitati sull’ADHD, il rumore bianco e il rumore rosa possono fornire piccoli benefici per le persone con disturbo da deficit di attenzione/iperattività. In teoria, risveglia il cervello, ha detto il ricercatore e coautore dell’ADHD Joel Nigg dell’Oregon Health & Science University di Portland.

“Il rumore fornisce stimolazione al cervello senza fornire informazioni, e quindi non distrae”, ha detto Nigg.

Il rumore bianco è stato utilizzato per trattare il ronzio o il ronzio nell’orecchio, chiamato acufene.

Gli scienziati della Northwestern University stanno studiando come brevi impulsi di rumore rosa possano migliorare le onde cerebrali lente del sonno profondo. In piccoli studi, questi impulsi di rumore rosa si sono mostrati promettenti nel migliorare la memoria e la risposta al rilassamento.

Il rumore rosa ha un profilo di frequenza “molto simile alla distribuzione delle frequenze delle onde cerebrali che vediamo nel sonno a onde lente perché si tratta di onde grandi e lente”, ha affermato il dottor Roneil Malkani, professore associato di neurologia presso la Feinberg School of Medicine della Northwestern University.

Se la ricerca della Northwestern avrà successo, potrebbe portare alla realizzazione di un dispositivo medico in grado di migliorare il sonno o la memoria attraverso impulsi personalizzati di rumore rosa. Ma molte domande scientifiche rimangono senza risposta, ha detto Malkani. “C’è ancora molto lavoro da fare.”

C’è qualche danno nel provare i rumori di colore?

Se i rumori dei colori ti sembrano calmanti e ti aiutano a soffocare le distrazioni, ha senso usarli. Tenerli a un livello basso, ovviamente, per prevenire la perdita dell’udito e fare “molte pause per far riposare le orecchie”, ha detto Nigg.

Ultime Notizie

Back to top button