Il tribunale di Roma riduce le pene detentive per gli americani per l’omicidio di un poliziotto italiano

La corte d’appello conferma le condanne di Lee Elder Finnegan e Gabriele Natale-Hjorth.

Il tribunale di Roma ha confermato le condanne di Lee Elder Finnegan e Gabriele Natale-Hjorth per l’omicidio del carabiniere trentacinquenne Mario Cerciello Rega avvenuto in un fallito tentativo di acquisto di droga.

La pena detentiva di Elder è stata ridotta da 24 anni a 15 anni e due mesi, mentre quella di Natale-Hjorth è stata dimezzata da 22 anni a 11 anni e quattro mesi.

Nel 2022 una corte d’appello ha ridotto la condanna all’ergastolo di Elder a 24 anni, per aver accoltellato a morte l’agente in borghese Cerciello Rega, mentre la condanna all’ergastolo di Natale-Hjorth è stata ridotta a 22 anni.

Nel marzo 2023 la Corte di Cassazione ha ordinato un nuovo processo, affermando che non era stato provato oltre ogni ragionevole dubbio che gli imputati avessero capito di avere a che fare con agenti di polizia.

Elder ha ammesso di aver accoltellato Cerciello Rega, ma entrambi gli americani insistono nel dire di aver pensato di avere di fronte degli spacciatori e non la polizia.

Contesto del caso

La notte del 26 luglio 2019 i due californiani, in vacanza in Italia, si sono incontrati a Roma e hanno cercato di acquistare cocaina nel quartiere della movida di Trastevere.

Un uomo descritto come intermediario, in seguito identificato come Sergio Brugiatelli, li aiutò a trovare uno spacciatore che avrebbe venduto loro aspirina frantumata al posto della droga.

Per rappresaglia i due rubarono lo zaino di Brugiatelli, pretendendo in cambio la restituzione del denaro e della cocaina.

Tuttavia Brugiatelli informò la polizia della situazione e gli agenti sotto copertura Mario Cerciello Rega e Andrea Varriale si recarono al punto di ritrovo designato nel quartiere signorile di Prati, al posto di Brugiatelli.

Durante la colluttazione, Elder usò un coltello da combattimento seghettato da 18 cm per pugnalare Cerciello Rega, che non era armato, mentre Natale-Hjorth lottava con Varriale.

Cerciello Rega venne accoltellato 11 volte e morì in ospedale per le ferite riportate.

Il giorno dopo la polizia rintracciò Elder e Natale-Hjorth in un hotel lì vicino, dove venne trovata l’arma del delitto nascosta dietro un pannello del soffitto.

L’omicidio di Cerciello Rega, appena tornato dalla luna di miele, sconvolse l’Italia e suscitò un’enorme ondata di cordoglio da parte dell’opinione pubblica nei confronti della vedova.

Una folla enorme si è riversata sul suo funerale nella stessa chiesa in cui si era sposato 43 giorni prima.

Pagina dei fan delle foto

Ultime Notizie

Back to top button