Cultura

Il turismo in Italia si avvia verso una rinnovata età dell’oro –

Il turismo in Italia si è ripreso dal rallentamento della pandemia in modi che superano ogni previsione. Le vacanze di Ferragosto di Ferragosto nel Paese sono sold out poiché i turisti stranieri sono tornati in Italia e gli stessi italiani viaggiano più del previsto. La ripresa post-pandemia sembra essere in pieno svolgimento, ha dichiarato giovedì CNA Turismo e Commercio. La tendenza al ritorno si è già notata intorno alle vacanze di Pasqua, che si sono rivelate un “banco di prova” quando città famose come Venezia, Firenze e Roma hanno registrato un numero di turisti stranieri, italiani ed europei superiore al previsto.

Tra il 12 e il 21 agosto, si legge, oltre 10 milioni di turisti alloggeranno nelle strutture ricettive italiane. Il totale salirà a 15 milioni di persone se si aggiungono gli italiani che trascorrono le vacanze nelle seconde case. Fanno eccezione a questi numeri giapponesi, cinesi e russi la cui presenza al momento è per la maggior parte carente. I più importanti sono i giovani e i visitatori per la prima volta nel paese.

Di coloro che alloggeranno in hotel, B&B, Air B&B o agriturismo, ha detto CNA Turismo e Commercio, ci saranno 5,5 milioni di italiani e 4,5 milioni di stranieri. La spesa complessiva, diretta e indiretta, dovrebbe raggiungere circa 3,5 miliardi di euro.

Gli italiani sono per lo più diretti al mare, in montagna e alle terme mentre gli stranieri, soprattutto quelli extraeuropei, saranno più attratti dalle città d’arte e dai borghi tradizionali o storici, afferma il sondaggio.

Secondo Luigi Polito, titolare di Imperatore Travel World, tour operator specializzato nel sud Italia, il Sud sta godendo di numeri più che pre-pandemia e Ischia è invasa dai turisti americani, che stanno finalmente superando i timori e le precauzioni imposte dalla pandemia. Il boom si sta diffondendo non solo in località privilegiate come la favolosa Costiera Amalfitana, ma anche in Sardegna e gli hotel e le altre strutture ricettive non solo sono esaurite ma sono in overbooking. In effetti, alcuni record vengono stabiliti anche in altre parti d’Italia. A Rimini, ad esempio, il 46% dei turisti era straniero, record che non veniva battuto dal 1976. Al Museo della Scienza e tecnologia di Milano, nel weekend di Ferragosto (15 agosto) su 5.400 visitatori, il 72% non parlava italiano.

A cosa è dovuto questo nuovo boom turistico? Politi ritiene che sia legato a opzioni di trasporto più facili e veloci: il volo diretto New York-Napoli inaugurato di recente, il treno ad alta velocità da Fiumicino e anche più voli nazionali di linea. Per gli americani, un ulteriore allettamento è il cambio favorevole tra l’euro e il dollaro.

Ultime Notizie

Back to top button