Il Vaticano riprende i viaggi in treno a Castel Gandolfo

Treno da Città del Vaticano alle Ville Pontificie di Castel Gandolfo ogni sabato.

Il Vaticano ha ripreso i viaggi in treno alle Ville Pontificie di Castel Gandolfo, lo storico ritiro papale sulle colline a circa 25 km a sud-est di Roma.

Ogni sabato dal 18 marzo al 4 novembre un treno collegherà la minuscola stazione ferroviaria della Città del Vaticano con Albano Laziale, dove i passeggeri saranno accolti da un bus navetta che li porterà ai giardini papali.

Con viste spettacolari sul Lago Albano, i 30 ettari dei giardini Barberini di Castel Gandolfo presentano antiche rovine romane risalenti all’imperatore Domiziano, oltre a un quadrato di lecci, sentieri di rose ed erbe aromatiche e un giardino di magnolie.

Le Ville Pontificie di Castel Gandolfo. Credito fotografico: Gonzalo Buzzonni / Shutterstock.com.

Castel Gandolfo è stato un rifugio per le vacanze dei papi sin dal XVII secolo, tuttavia Papa Francesco ha scelto di rompere con la tradizione trascorrendo le estati nella sua residenza di S. Marta in Vaticano.

Il ritiro papale è stato aperto al pubblico per la prima volta nel 2014.

Il pacchetto Tour Vaticano Full Day inizia alle 08:00 con la visita ai Musei Vaticani e ai Giardini Vaticani, con audioguide disponibili.

Il gruppo del tour sale quindi su un treno dalla stazione ferroviaria della Città del Vaticano, che è collegata alla Stazione S. Pietro attraverso il ponte in Italia.

Credito fotografico: Amy Corti / Shutterstock.com.

I visitatori potranno esplorare i giardini di Villa Barberini con le audioguide prima di ritrovarsi nel tardo pomeriggio per fare ritorno alla stazione ferroviaria di San Pietro a Roma, dove arriveranno alle 18.20.

Il pacchetto totale costa 44€ a persona, con tariffa ridotta per le famiglie e gratuito per i bambini sotto i cinque anni.

Per tutti i dettagli sui prezzi dei biglietti e sulle varie opzioni di tour, consultare il sito Web dei Musei Vaticani.

Ultime Notizie

Back to top button