Il vicepresidente Harris interverrà al vertice in Ucraina e incontrerà Zelenskyj

WASHINGTON-

La vicepresidente americana Kamala Harris parteciperà questo fine settimana al vertice internazionale per la pace in Ucraina in Svizzera, dove incontrerà il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy e si rivolgerà ai leader mondiali.

Lei sottolineerà che l’esito della guerra con la Russia avrà ripercussioni sul mondo intero, ha detto un funzionario americano, e spingerà affinché un numero massimo di paesi sostenga l’idea che l’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca è una violazione dei principi fondanti della Carta delle Nazioni Unite e che l’Ucraina la sovranità e l’integrità territoriale devono essere rispettate.

Harris, che trascorrerà meno di 24 ore al raduno a Lucerna, in Svizzera, sostituirà il presidente Joe Biden durante l’evento. Il presidente concluderà la sua partecipazione al vertice del G7 in Italia e tornerà negli Stati Uniti per partecipare a una raccolta fondi per la sua campagna di rielezione a Los Angeles.

Harris incontrerà Zelenskyj e parlerà alla sessione plenaria del vertice. Biden ha incontrato Zelenskyj al vertice del G7, dove hanno firmato un accordo di sicurezza bilaterale tra Stati Uniti e Ucraina, e in Francia per gli eventi legati all’80° anniversario dell’invasione del D-Day.

Harris sarebbe dovuto partire per la Svizzera venerdì sera, arrivare sabato a mezzogiorno e trascorrere diverse ore all’evento prima di tornare a Washington.

Poi, il consigliere per la sicurezza nazionale della Casa Bianca, Jake Sullivan, rappresenterà gli Stati Uniti al vertice di domenica e aiuterà a creare gruppi di lavoro sul ritorno dei bambini ucraini dalla Russia e sulla sicurezza energetica.

La Russia non è stata invitata all’evento e lo ha considerato inutile. La Cina, un alleato chiave della Russia, afferma che non parteciperà alla conferenza perché non soddisfa i requisiti di Pechino, inclusa la partecipazione della Russia.

L’alto funzionario statunitense ha affermato che l’assenza della Russia non influenzerà il vertice, ma ha espresso rammarico per la decisione di Pechino.

Novantadue paesi e otto organizzazioni prevedono di partecipare.

Gli Stati Uniti hanno contribuito con miliardi di dollari in armi per aiutare l’Ucraina a combattere la guerra iniziata dal presidente russo Vladimir Putin, anche se l’ultimo massiccio pacchetto di aiuti da Washington è stato ritardato per mesi a causa di disaccordi al Congresso.

Ultime Notizie

Back to top button