Kazako per aumentare la quota di fonti di energia rinnovabile

Presidente kazako Kassym-Jomart Tokayev ha affermato che l’obiettivo è portare la quota di energia rinnovabile nel bilancio energetico del paese ad almeno il 15% entro il 2030, secondo l’ufficio presidenziale di Nur-Sultan.

Il 9 giugno si è rivolto alla 34a sessione plenaria del Consiglio degli investitori esteri. All’evento hanno partecipato capi di grandi società multinazionali, capi di agenzie governative e rappresentanti di organizzazioni internazionali.

L’ordine del giorno dell’incontro prevedeva lo sviluppo della decarbonizzazione dell’economia e l’introduzione di tecnologie a basse emissioni di carbonio.

Tokayev ha anche notato l’importanza dell’energia nucleare. Secondo il Presidente, nel contesto dell’instabilità delle energie rinnovabili e della limitata produzione di gas, l’uso pacifico dell’energia nucleare è l’unica fonte di produzione continua di base.

Tokayev ha sottolineato il ruolo chiave dell’industria del gas nella riduzione dell’uso del carbone, rilevando l’aumento della domanda per il consumo interno di gas. “Vorrei sottolineare che soddisfare la domanda interna di gas ha la priorità assoluta rispetto alle esportazioni di gas. Chiedo al governo, in collaborazione con gli azionisti del campo di Tengiz, di affrontare la questione del reindirizzamento di due miliardi di metri cubi di gas dall’esportazione al mercato interno”, ha affermato Tokayev.

In conclusione, il leader del Kazakistan ha esortato i membri del Consiglio a intensificare le azioni per implementare progetti verdi, mobilitare investimenti ESG e raggiungere obiettivi di sviluppo sostenibile.

Sempre il 9 giugno, Tokayev ha tenuto un incontro con il presidente della Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (BERS) Odile Renaud-Basso a margine della 34a riunione del Consiglio degli investitori esteri.

Hanno discusso le prospettive per l’attuazione in Kazakistan di numerosi progetti di investimento nei settori delle infrastrutture, del traffico di transito, della decarbonizzazione dell’economia e del settore finanziario. Hanno anche scambiato opinioni su questioni di attualità dello sviluppo economico globale.

Renaud-Basso si è congratulato con Kassym-Jomart Tokayev per il successo del referendum nazionale e ha notato che i suoi risultati rafforzeranno ulteriormente la fiducia degli investitori stranieri in Kazakistan, ha affermato l’ufficio presidenziale di Nur-Sultan. Ha anche condiviso la sua visione delle prospettive di sviluppo economico e del rafforzamento del sistema finanziario in Kazakistan.

Ultime Notizie

Back to top button