La California, soggetta a siccità, approva nuove regole per trasformare le acque reflue direttamente in acqua potabile

SACRAMENTO, California —

Quando si scarica lo sciacquone in California, l’acqua può finire in molti posti: una pista di pattinaggio sul ghiaccio in Ontario, piste da sci intorno al lago Tahoe, terreni agricoli nella Central Valley.

E, prossimamente, i rubinetti della cucina.

Martedì i regolatori della California hanno approvato nuove regole per consentire alle agenzie idriche di riciclare le acque reflue e reimmetterle nei tubi che trasportano l’acqua potabile nelle case, nelle scuole e nelle aziende.

È un grande passo per uno Stato che lotta da decenni per garantire fonti affidabili di acqua potabile ai suoi oltre 39 milioni di residenti. E segnala un cambiamento nell’opinione pubblica su un argomento che solo due decenni fa ha suscitato reazioni che hanno fatto naufragare progetti simili.

Da allora, la California ha attraversato molteplici siccità estreme, inclusa la più recente che secondo gli scienziati è stata il periodo di tre anni più secco mai registrato e ha lasciato i bacini idrici dello stato a livelli pericolosamente bassi.

L’impianto di trattamento delle acque reflue regionale di San Jose-Santa Clara a San Jose, California, il 13 dicembre 2023.

“L’acqua è così preziosa in California. È importante usarla più di una volta”, ha affermato Jennifer West, amministratore delegato di WateReuse California, un gruppo che sostiene l’acqua riciclata.

La California utilizza acque reflue riciclate da decenni. La squadra di hockey della lega minore dell’Ontario Reign lo ha utilizzato per produrre ghiaccio per la sua pista di pattinaggio nel sud della California. La stazione sciistica di Soda Springs vicino al lago Tahoe lo ha utilizzato per produrre la neve. E gli agricoltori della Central Valley, dove vengono coltivate gran parte delle verdure, della frutta e delle noci del paese, lo usano per irrigare i loro raccolti.

Ma non è stato utilizzato direttamente per l’acqua potabile. Orange County gestisce un grande sistema di purificazione dell’acqua che ricicla le acque reflue e le utilizza per riempire le falde acquifere sotterranee. L’acqua si mescola con quella sotterranea per mesi prima di essere pompata e utilizzata nuovamente come acqua potabile.

Le nuove regole della California consentirebbero, ma non imporrebbero, alle agenzie idriche di prendere le acque reflue, trattarle e poi reimmetterle nel sistema di acqua potabile. La California sarebbe solo il secondo stato a consentirlo, dopo il Colorado.

Le autorità di regolamentazione hanno impiegato più di 10 anni per sviluppare queste regole, un processo che ha incluso molteplici revisioni da parte di gruppi di scienziati indipendenti. Una legge statale richiedeva al Consiglio di controllo delle risorse idriche della California di approvare questi regolamenti entro il 31 dicembre, una scadenza rispettata con pochi giorni di anticipo.

Il voto è stato annunciato da alcune delle più grandi agenzie idriche dello stato, che hanno tutte in programma di costruire enormi impianti di riciclaggio dell’acqua nei prossimi anni. Il Metropolitan Water District della California meridionale, che serve 19 milioni di persone, mira a produrre fino a 570 milioni di litri (150 milioni di galloni) al giorno di acqua riciclata sia diretta che indiretta. Un progetto a San Diego mira a sfruttare quasi la metà dell’acqua della città entro il 2035.

Le agenzie idriche avranno bisogno del sostegno pubblico per completare questi progetti, il che significa convincere i clienti che non solo l’acqua riciclata è sicura da bere, ma che non è nociva.

Un lavoratore pulisce un sistema di disinfezione con luce ultravioletta come parte di un processo di purificazione dell’acqua presso il Silicon Valley Advance Purification Center a San Jose, California, 13 dicembre 2023.

Le nuove regole della California richiedono che le acque reflue siano trattate contro tutti gli agenti patogeni e i virus, anche se gli agenti patogeni e i virus non sono presenti nelle acque reflue. Ciò è diverso dalle normali regole sul trattamento dell’acqua, che richiedono il trattamento solo per gli agenti patogeni noti, ha affermato Darrin Polhemus, vicedirettore della divisione acqua potabile del California Water Resources Control Board.

In effetti, il trattamento è così rigoroso da rimuovere tutti i minerali che conferiscono un buon sapore all’acqua potabile fresca, il che significa che devono essere aggiunti nuovamente alla fine del processo.

“Ha la stessa qualità dell’acqua potabile, e probabilmente migliore in molti casi”, ha detto Polhemus.

Costruire questi impianti di trattamento è costoso e richiede tempo, quindi Polhemus ha affermato che sarà un’opzione solo per le città più grandi e ben finanziate, almeno inizialmente.

Il Silicon Valley Advance Water Purification Center, a San Jose, California, 13 dicembre 2023.

A San Jose, i funzionari locali hanno aperto al pubblico il Centro avanzato di purificazione dell’acqua della Silicon Valley “in modo che la gente possa vedere che si tratta di un processo altamente tecnologico che garantisce che l’acqua sia estremamente pulita”, ha affermato Kirsten Struve, assistente ufficiale del divisione di approvvigionamento idrico presso il distretto idrico di Santa Clara Valley.

In questo momento, l’agenzia utilizza l’acqua per cose come irrigare parchi e campi da gioco. Ma in futuro intendono utilizzarlo per l’acqua potabile.

“Viviamo in California, dove la siccità è costante. E con il cambiamento climatico, la situazione non potrà che peggiorare”, ha detto Struve. “E questa è una fornitura resistente alla siccità di cui avremo bisogno in futuro per soddisfare le richieste delle nostre comunità.”

Joaquin Esquivel, presidente del Consiglio di controllo delle risorse idriche che ha approvato martedì le nuove regole, ha osservato che la maggior parte delle persone beve già acqua riciclata. La maggior parte degli impianti di trattamento delle acque reflue reimmettono l’acqua trattata nei fiumi e nei torrenti, che poi scorrono nella città successiva dove possono berla.

“Chiunque là fuori prenda acqua potabile a valle dello scarico di un impianto di trattamento delle acque reflue – cosa che, vi prometto, state facendo tutti – sta già bevendo la toilette dal rubinetto”, ha detto Esquivel. “Tutta l’acqua viene riciclata. Ciò che abbiamo qui sono standard, scienza e, soprattutto, monitoraggio che ci permettono di avere la certezza che si tratta di acqua pura.”

Ultime Notizie

Back to top button