La CE dà il via libera alla quinta rata del PNRR dell’Italia – Politica

Martedì la Commissione europea ha dichiarato di aver espresso una valutazione preliminare positiva sulla richiesta dell’Italia di pagamento della quinta rata del suo Piano nazionale di ripresa e resilienza (NRRP), del valore di 11 miliardi di euro.


La valutazione riguarda 53 traguardi e obiettivi legati al PNRR, un vasto programma che mira a rendere l’economia italiana più verde e moderna con l’aiuto di circa 194 miliardi di euro in sovvenzioni e prestiti a tasso agevolato dall’UE.


L’erogazione dei finanziamenti è subordinata al raggiungimento di traguardi relativi alle riforme e ai progetti stessi.


Il governo della Premier Giorgia Meloni ha dovuto modificare in modo significativo il proprio PNRR post-Covid per adeguarlo alle esigenze del mutato contesto e scongiurare il rischio che i finanziamenti non arrivassero perché non si riusciva a completare i progetti entro la scadenza del 2026.


La quinta richiesta di pagamento riguarda le fasi di attuazione di 14 riforme e 22 investimenti in settori quali il diritto della concorrenza, gli appalti pubblici, la gestione dei rifiuti e delle risorse idriche, la giustizia, il quadro di revisione della spesa e l’istruzione secondaria e terziaria.


La Commissione ha inviato la sua valutazione preliminare positiva al Comitato economico e finanziario, che ora ha quattro settimane per esprimere il proprio parere e dare il via al pagamento che porterà il totale stanziato finora a 113,5 miliardi.


L’Italia è diventato di recente il primo Paese dell’UE a richiedere la sesta tranche di finanziamenti per il suo NRRP dal programma NextGenerationEU.


Il PNRR italiano comprende 66 riforme e 150 investimenti, riflessi in 618 traguardi e obiettivi.


L’importo ammonta a 194,4 miliardi di euro, di cui 71,8 miliardi di sovvenzioni e 122,6 miliardi di prestiti.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI © Copyright COLORnews

Ultime Notizie

Back to top button