La contea di Nassau approva una legge che vieta gli atleti transgender negli sport femminili

Un disegno di legge per reintrodurre il divieto per gli atleti transgender di praticare sport femminili e femminili nelle strutture sportive di proprietà della contea di Nassau è stato adottato lunedì dall’Assemblea della contea e dovrebbe essere firmato presto dal dirigente Bruce Blakeman.

Con la maggioranza dei repubblicani che ha votato a favore e la maggior parte dei democratici che ha votato contro, il disegno di legge è stato approvato con 12 voti a favore e 5 contrari secondo le linee del partito. Siela Bynoe e Delia DeRiggi Whitton, due democratiche, non erano presenti al voto.

L’azione è il risultato della sentenza di un giudice della Corte Suprema statale del mese scorso secondo cui Blakeman, un repubblicano, non aveva la giurisdizione per attuare tale restrizione attraverso un ordine esecutivo senza il consenso del legislatore.

“Sono lieto che la maggioranza repubblicana nella legislatura abbia votato a favore di questa misura di buon senso per proteggere l’integrità degli sport femminili e la sicurezza delle donne partecipanti”, ha affermato Blakeman.

I sostenitori del divieto sostengono che gli uomini biologici che si identificano come transgender hanno vantaggi fisici ingiusti rispetto alle donne nello sport, mentre la New York Civil Liberties Union ha denunciato lo standard come “un disegno di legge odioso e palesemente illegale”. “Se la legge verrà trasformata, vedremo Nassau in tribunale – di nuovo”, ha detto il gruppo.

Ultime Notizie

Back to top button