La Corte mondiale respinge la maggior parte delle accuse di terrorismo mosse dall’Ucraina alla Russia

La sentenza di 117 pagine conteneva sentenze su sette questioni nel caso dell’Ucraina contro la Russia, sostenendo che Mosca aveva finanziato i separatisti filo-russi nelle regioni di Luhansk e Donetsk e nella penisola di Crimea.

La corte ha stabilito che la Russia non aveva indagato su persone che presumibilmente avevano violato parti della Convenzione contro il finanziamento del terrorismo.

Per quanto riguarda le azioni della Russia in Crimea dopo il 2014, la Corte mondiale ha deciso che la Russia ha violato la Convenzione per l’eliminazione della discriminazione razziale nel modo in cui ha implementato il suo sistema educativo relativo ai programmi di studio in lingua ucraina.

L’ICJ ha inoltre stabilito che la Russia ha violato l’obbligo previsto dall’ordinanza della Corte di misure provvisorie emessa nell’aprile 2017, incluso quello di astenersi da qualsiasi azione che potrebbe aggravare la controversia o renderne più difficile la risoluzione.

Ma la corte mondiale ha respinto il resto delle accuse correlate dell’Ucraina, comprese le richieste di risarcimento danni da parte di Mosca.

L’Ucraina aveva anche affermato che la Russia era responsabile dell’abbattimento di un volo della Malaysian Airlines nel 2014.

Leggi qui la sintesi della sentenza.

La Corte mondiale si pronuncerà sull’invasione su vasta scala dell’Ucraina da parte della Russia

Venerdì si prevede che il tribunale mondiale emetta una sentenza sulle eccezioni preliminari della Russia nel caso dell’Ucraina contro di essa per accuse di genocidio.

Kiev aveva archiviato il caso due giorni dopo l’inizio dell’invasione su vasta scala da parte della Russia, il 24 febbraio 2022.

Anche se le sentenze della Corte sono definitive, senza possibilità di appello, la Corte non è in grado di far rispettare le sue decisioni.

Scopri di più su cosa fa l’ICJ e perché è importante nella nostra spiegazione qui.

©UNICEF/Ashley Gilbertson

Una scuola abbandonata, danneggiata dopo un bombardamento, a Krasnohorivka, Donetsk. (file)

Ultime Notizie

Back to top button