Mondo

La crisi costituzionale spagnola solleva preoccupazioni per la polarizzazione

Madrid—

La Spagna è precipitata in una crisi costituzionale senza precedenti questo mese dopo che i giudici hanno bloccato una legge per la prima volta dal ritorno della democrazia.

Questa giovane democrazia stava affrontando il suo primo grande sconvolgimento da quando il referendum sull’indipendenza catalana illegale nel 2017 ha causato la più profonda crisi politica degli ultimi decenni.

La crescente polarizzazione politica in vista delle elezioni del prossimo anno ha significato che la Spagna è stata coinvolta negli stessi problemi che hanno afflitto gli Stati Uniti e la Gran Bretagna, hanno detto gli osservatori.

I legislatori la scorsa settimana hanno approvato un disegno di legge del governo per cambiare il modo in cui opera il consiglio di governo della magistratura, noto come Consiglio generale della magistratura (CGPJ), aprendo la strada ai due candidati del governo di sinistra per entrare nella Corte costituzionale.

Ma lunedì i giudici della Corte costituzionale hanno votato con sei voti contro cinque per concedere un’ordinanza richiesta dal Partito popolare (PP) all’opposizione che ha paralizzato il disegno di legge. Il PP aveva sostenuto che il modo in cui la legge era stata inquadrata non era legale.

Processo legislativo interrotto

È la prima volta che il processo legislativo viene interrotto dal tribunale da quando la Spagna è tornata alla democrazia nel 1978, tre anni dopo la morte del generale Francisco Franco.

Il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez ha affermato di rispettare la sentenza della corte, ma è determinato a far passare un cambiamento per alterare il modo in cui è composto il CGPJ. Non ha specificato cosa sarebbe.

“Questi eventi non hanno precedenti nella storia democratica del nostro Paese ma anche nella storia di qualsiasi altro Paese dello spazio istituzionale europeo”, ha affermato martedì.

I partiti di opposizione hanno ribattuto che il governo aveva cercato di accelerare le riforme di emergenza di un’istituzione che era fondamentale per la democrazia del paese.

“Sanchez ei suoi sostenitori lo stanno presentando come un attacco al parlamento (ma) in realtà è una difesa”, ha detto Alberto Nunez Feijoo, leader del PP.

Conosciuto come il cane da guardia legale della Spagna, il CGPJ ha 20 membri composti da 12 giudici e otto avvocati, eletti da entrambe le camere del parlamento spagnolo.

I mandati di un terzo dei giudici della Corte costituzionale, tre conservatori e un liberale, sono scaduti. I disaccordi politici sulla loro sostituzione si trascinano da quattro anni poiché i principali partiti politici non riescono a mettersi d’accordo su come ciò dovrebbe avvenire.

Le riforme proposte dal governo avrebbero rinnovato i mandati dei quattro membri della corte costituzionale, una mossa che Sanchez ha definito necessaria per porre fine alla situazione di stallo e liberare un sistema giudiziario ostacolato a causa della controversia.

Tuttavia, il PP ha accusato il governo di cercare di riempire i tribunali di alleati di sinistra e sostiene che i giudici, non i politici, dovrebbero votare i nuovi giudici.

Preoccupazione in regione

Lo stallo su un organo chiave che controlla la magistratura ha suscitato critiche da parte della Commissione europea, o CE. La commissione ha esortato la Spagna a trovare una soluzione perché ritiene che un’istituzione democratica chiave sia stata danneggiata.

Il disegno di legge approvato la scorsa settimana mira anche ad abbassare le pene detentive per reati di sedizione e uso improprio di fondi pubblici. Gli oppositori del PP e del partito di estrema destra Vox affermano che ciò andrà a vantaggio dei leader dei partiti separatisti catalani che hanno sostenuto una dichiarazione di indipendenza fallita nel 2017.

Sanchez fa affidamento sui voti del partito separatista catalano Esquerra Republicana (ERC) per approvare la legislazione e potrebbe dipendere dal partito alle elezioni del prossimo anno.

L’anno scorso, il primo ministro spagnolo ha graziato nove separatisti catalani per il loro ruolo nel referendum illegale che ha causato la più profonda crisi in Spagna da decenni.

Camino Mortera, del Centro per la riforma europea, un istituto di ricerca, ha affermato che i tentativi del governo spagnolo di interferire nella composizione della magistratura hanno sfumature preoccupanti degli eventi in Polonia e Ungheria.

Varsavia e Budapest hanno imbavagliato la magistratura indipendente in mosse che hanno riguardato la Commissione europea e gruppi per i diritti civili.

“Dato ciò che sta accadendo con Polonia e Ungheria, solo il semplice sospetto che un governo stia tentando di intervenire in qualche modo nella composizione di un tribunale attraverso una legislazione di emergenza solleva sospetti”, ha detto a ColorNews.

Ha detto che Bruxelles è preoccupata per il fatto che dopo la pandemia di COVID-19, molti paesi hanno cercato di utilizzare la legislazione di emergenza per apportare cambiamenti importanti, come è accaduto in Spagna per la corte costituzionale.

Polarizzazione crescente

“La polarizzazione in Spagna è molto preoccupante. Questo è successo in altri paesi. Sto parlando degli Stati Uniti e del Regno Unito. Mi preoccupa perché non siamo un paese che affronta bene i drammi”, ha detto.

“Quando (questo si traduce) nel mondo politico, hai (l’estrema destra) Vox e (l’estrema sinistra) Podemos. Mi preoccupo di cosa accadrà se il governo socialista perderà le prossime elezioni. Feijoo è una figura tranquillizzante, ma non credo che sarà in grado di governare da solo. La cosa più radicale che puoi essere in Spagna è essere centrista e moderato”.

I sondaggi hanno mostrato che il PP dovrebbe vincere le elezioni, ma Feijoo non potrà governare senza l’aiuto di Vox.

Pablo Simon, un esperto di politica presso l’Università Carlos III di Madrid, ha affermato che le conseguenze dello scontro tra parlamento e tribunale hanno mostrato quanto fosse diventata fratturata la vita politica spagnola.

“La polarizzazione sta danneggiando la democrazia in Spagna come sta accadendo negli Stati Uniti”, ha detto a ColorNews.

Alcune informazioni in questo rapporto provengono da Agence France-Presse.

Ultime Notizie

Back to top button