Esteri

La famiglia nigeriana ha rifiutato l’ingresso in piscina in Italia, scatenando la rabbia

Il proprietario della piscina nega le motivazioni razziste.

Il filmato che mostra a una famiglia di origine nigeriana a cui è stato negato l’ingresso in una piscina in una cittadina del nord Italia è diventato virale sui social media, scatenando accuse di razzismo.

Il video è stato condiviso su Twitter da Bl4ck.br4tz con la didascalia: “Il 2022 e alcune piscine aperte al pubblico non consentono l’ingresso a una famiglia perché il padre è nigeriano”.

L’incidente – avvenuto durante le vacanze di Ferragosto in Italia in una piscina ad Asti, vicino a Torino – da allora è stato ampiamente riportato dai media italiani.

Dopo essere arrivata per pagare alla reception, la famiglia è stata lasciata in attesa per diversi minuti, riporta il Corriere della Sera, prima di vedersi rifiutato l’ingresso.

Quando hanno cercato risposte, è stato detto loro che non potevano entrare “a causa delle direttive imposte dai gestori” dell’istituto, riferisce Fanpage.

Il filmato mostra la famiglia che rifiuta la vaga spiegazione, sostenendo che il motivo era perché erano nigeriani, tuttavia l’addetto alla reception ha risposto dicendo: “Neanche molti italiani entrano”.

Successivamente il titolare della piscina Luigi Penna ha difeso la decisione, dicendo a Repubblica che la dirigenza “non è assolutamente razzista” ma ha avuto qualche cliente problematico nelle settimane precedenti.

“Abbiamo delle regole e vanno seguite” – ha detto Penna – “le persone che si comportano bene sono le benvenute, quelle che non lo fanno no”.

Penna ha detto che lunedì non c’era e ha ammesso di “non sapere se fosse la stessa famiglia, ma la cassiera li ha riconosciuti ed è abbastanza brava con le facce. Se li ha riconosciuti, ha fatto la cosa giusta”.

Video Corriere della Sera

Ultime Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button