La Germania denuncia gli attacchi ai politici, ricordando “l’era più buia” della sua storia

Berlino—

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz e i leader dell’Unione europea hanno denunciato sabato una recente ondata di attacchi contro politici in Germania, tra cui uno che ha mandato in ospedale un membro del Parlamento europeo con gravi ferite.

Matthias Ecke, 41 anni, membro dei socialdemocratici di Scholz (SPD), è stato colpito e preso a calci venerdì da un gruppo di quattro persone mentre affiggeva manifesti a Dresda, capitale della regione orientale della Sassonia, ha detto la polizia. Una fonte dell’SPD ha detto che le sue ferite richiederebbero un’operazione.

Poco prima, quello che sembrava essere lo stesso gruppo ha attaccato un attivista dei Verdi di 28 anni, che stava anche affiggendo manifesti, ha detto la polizia, anche se le sue ferite non erano così gravi.

“La democrazia è minacciata da questo genere di cose”, ha detto Scholz al convegno dei socialisti europei a Berlino.

Gli attacchi esemplificano l’aumento della violenza in Germania negli ultimi anni, spesso da parte dell’estrema destra, prendendo di mira soprattutto i politici di sinistra. L’agenzia di intelligence interna BfV afferma che l’estremismo di estrema destra è la più grande minaccia per la democrazia tedesca.

Il premier della Sassonia Michael Kretschmer, un conservatore, ha affermato che tali aggressioni e tentativi di intimidazione ricordano l’era più buia della storia tedesca, un riferimento al dominio nazista.

La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ex ministro conservatore tedesco, e la presidentessa italiana del Parlamento europeo, Roberta Metsola, hanno entrambi condannato l’attacco a Ecke.

“I colpevoli devono essere chiamati a rispondere”, ha detto von der Leyen su X.

Il ministro dell’Interno tedesco Nancy Faeser ha promesso “un’azione dura e ulteriori misure protettive” in risposta agli attacchi.

Supporto dell’estrema destra

I leader della SPD in Sassonia, Henning Homann e Kathrin Michel, hanno rilasciato una dichiarazione in cui accusano l’estrema destra Alternativa per la Germania (AfD) dell’aumento della violenza.

“Queste persone e i loro sostenitori hanno la responsabilità di ciò che sta accadendo in questo paese”, hanno detto.

L’AfD non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento. Il partito afferma di essere vittima di una campagna da parte dei media e dell’establishment politico.

L’AfD ha visto un’impennata di consensi nell’ultimo anno portandola al secondo posto nei sondaggi d’opinione a livello nazionale. È particolarmente forte negli stati orientali della Sassonia, della Turingia e del Brandeburgo, dove i sondaggi suggeriscono che potrebbe arrivare primo alle elezioni regionali di settembre.

A livello nazionale, il numero di attacchi contro i politici dei partiti rappresentati in parlamento è raddoppiato dal 2019, secondo i dati del governo pubblicati a gennaio.

Secondo i dati, i politici del partito dei Verdi sono quelli che subiscono le maggiori aggressioni, con attacchi contro di loro che sono sette volte aumentati dal 2019, arrivando a 1.219 l’anno scorso. I politici dell’AfD hanno subito 478 attacchi e l’SPD è al terzo posto con 420.

Theresa Ertel, candidata dei Verdi alle elezioni comunali in Turingia questo mese, ha detto di sapere di membri del partito che non volevano più candidarsi a causa dell’atmosfera politica aggressiva.

I Verdi della sua regione hanno concordato che gli stand informativi dovrebbero sempre avere almeno tre dipendenti per una maggiore sicurezza.

Ultime Notizie

Back to top button