Cultura

La giustizia della Corte Suprema risponde ai leader globali sulla sentenza sull’aborto –

Un giudice conservatore della Corte Suprema degli Stati Uniti ha preso in giro i leader internazionali che hanno denunciato la decisione del mese scorso che annullava il diritto all’aborto negli Stati Uniti.

Il giudice Samuel Alito, nominato alla Corte Suprema da George W. Bush nel 2006, ha ignorato le preoccupazioni di un certo numero di persone importanti, tra cui il primo ministro britannico Boris Johnson, scherzando anche sul fatto che l’ex sindaco di Londra, che lascerà l’incarico a settembre , aveva “pagato il prezzo” per i suoi commenti.

“Ho avuto l’onore di scrivere questo termine, penso che l’unica decisione della Corte Suprema nella storia di quell’istituzione che sia stata criticata da tutta una serie di leader stranieri che si sono sentiti perfettamente a proprio agio nel commentare la legge americana”, ha detto Alito.

Il giudice Alito ha anche affermato che “Quello che mi ha veramente ferito è stato quando il duca di Sussex si è rivolto alle Nazioni Unite e sembrava paragonare la decisione il cui nome potrebbe non essere pronunciato con l’attacco russo all’Ucraina”.

Nel suo discorso alle Nazioni Unite, il principe Harry, duca di Sussex, si è preso la libertà di commentare quella che è considerata una questione interna negli Stati Uniti, collocandola nel contesto di tutte le cose negative che sono accadute nel 2022, e sembrava riferirsi alla sentenza sull’aborto quando ha detto: “Dalla terribile guerra in Ucraina al ritiro dei diritti costituzionali qui negli Stati Uniti, stiamo assistendo a un assalto globale alla democrazia e alla libertà…”

Il discorso precedentemente non annunciato del signor Alito è stato pronunciato alla Conferenza sulla libertà religiosa il 21 luglio ed è diventato pubblico dopo che l’Università di Notre Dame, che ha ospitato l’evento, ha pubblicato filmati online giovedì sera.

Anche il principe Harry d’Inghilterra, il presidente francese Emmanuel Macron e il primo ministro canadese Justin Trudeau sono stati menzionati dalla giustizia conservatrice. La dichiarazione pubblica del signor Alito è piuttosto rara per un giudice della Corte Suprema; ci si aspetta che lo siano super parti e stare fuori dalle discussioni politiche.

La sua dichiarazione ha coinciso con l’avvertimento del giudice Elena Kagan che sarebbe stato “pericoloso per una democrazia” se la maggioranza conservatrice della corte avesse perso il sostegno del pubblico. All’indomani di numerose sentenze controverse dei tribunali, i sondaggi d’opinione indicano che la fiducia nella corte è davvero ai minimi storici, poiché solo il 25% degli intervistati ha dichiarato di avere fiducia nel corpo.

Ultime Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button