La guerra non deve mai essere normalizzata per i bambini vittime: coordinatore umanitario in Ucraina

Nel discorso per commemorare la Giornata internazionale dei bambini innocenti vittime di aggressione, Denise Brown ha anche osservato che i ragazzi e le ragazze nelle regioni in prima linea hanno dovuto spendere l’equivalente di sette mesi sottoterra nei rifugi antiaerei a causa degli attacchi incessanti.

“Non smetterò di ripeterlo l’intera comunità internazionale non deve mai accettare come normale ciò che sta accadendo in Ucraina. I bambini non dovrebbero crescere nel mezzo di una guerra”, ha detto.

“La guerra non è normale e non dobbiamo abituarci”.

Sogni giovanili rinviati

La signora Brown ha detto di aver incontrato molti bambini adorabili, gioiosi e sorridenti durante il suo soggiorno in Ucraina, aggiungendo che, nonostante l’invasione russa su vasta scala più di due anni fa, si sentono ancora amati e protetti.

Ha ricordato una visita lo scorso Natale nella zona rurale di Hroza, situata nella regione di Kharkiv, dove ha condiviso cioccolata e caramelle con i bambini locali che le hanno raccontato dei loro sogni di diventare un giorno medico o insegnante.

“Ma quando penso ai bambini che ho incontrato, non posso fare a meno di pensare a quelli che non incontrerò mai”, ha detto.

“Nello stesso villaggio, Hroza, c’era un bambino di otto anni che è stato ucciso quando un missile russo ha fatto a pezzi la sua comunità il 5 ottobre 2023. Tanti altri bambini si sono persi mentre dormivano o giocavano.”

Una ‘brutta’ verità

Sottolineando che “la verità è scioccante e il mondo deve affrontarla”, ha riferito più di 600 bambini ucraini sono stati uccisi e 1.420 feritidall’escalation dell’invasione russa nel febbraio 2022.

©UNICEF/Viktor Moskaliuk

Foto d’archivio di un adolescente che è stato curato in un ospedale di Lviv, in Ucraina, dopo essere rimasto ferito quando l’auto su cui viaggiava ha investito una mina.

“E questi sono solo i casi che l’ONU ha potuto verificare”, ha continuato. “Nonostante le nostre ripetute richieste di accesso al territorio ucraino temporaneamente occupato dalla Federazione Russa, in piena conformità con il diritto internazionale umanitario, le nostre richieste vengono sempre respinte”.

Ha detto: “la brutta verità è che il numero aumenta quasi ogni singolo giorno poiché le infrastrutture civili vengono ripetutamente colpite”, ricordando gli attacchi della scorsa settimana a Kharkiv che hanno colpito un centro commerciale, un edificio per uffici e un parco, nel giro di pochi minuti.

La giustizia deve prevalere

La signora Brown ha affermato che la Russia ha approvato e ratificato la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell’infanzia, “ma la verità è che stanno palesemente ignorando ciò a cui si sono impegnati. Ed è per questo motivo che il Segretario generale ha ufficialmente inserito la Russia tra i paesi responsabili dell’uccisione e della mutilazione dei bambini ucraini nel 2023”.

Ha sostenuto l’impegno delle Nazioni Unite a sostenere il popolo ucraino le cui vite sono state distrutte dalla guerra, aggiungendo che le Nazioni Unite documentano costantemente queste violazioni e collaborano con il governo per fornire le cure di cui questi bambini hanno così disperatamente bisogno.

“So che questo non allevierà la sofferenza delle famiglie e non compenserà mai le vite perse o il dolore sopportato”, ha detto. “Ma ciò che accade qui deve essere registrato affinché la giustizia prevalga”.

Ultime Notizie

Back to top button