La legislatura dell’Alabama a guida repubblicana approva un disegno di legge per proteggere la fecondazione in vitro

Giovedì la legislatura guidata dai repubblicani dell’Alabama ha approvato un disegno di legge volto a proteggere l’industria della fecondazione in vitro dopo che la Corte Suprema dello stato ha stabilito che gli embrioni congelati dovrebbero essere considerati bambini, spingendo almeno tre fornitori dell’Alabama a interrompere la procedura di fertilità.

Il disegno di legge è passato al Senato 34-0, con un membro astenuto, dopo essere passato alla Camera con un voto di 94-6.

Il governatore Kay Ivey, repubblicano, ha segnalato che sosterrà la legislazione. Se firmata da Ivey, la legislazione proteggerebbe i fornitori di fecondazione in vitro da accuse penali e cause civili. Non era chiaro quando la misura sarebbe arrivata sulla scrivania di Ivey.

La sentenza della Corte Suprema dell’Alabama del 16 febbraio non ha chiarito come conservare, trasportare e utilizzare legalmente gli embrioni, e alcuni pazienti sottoposti a fecondazione in vitro hanno cercato di trasferire i loro embrioni congelati fuori dall’Alabama.

I repubblicani a livello nazionale si sono affrettati per contenere la reazione negativa della decisione della Corte Suprema dell’Alabama, i cui giudici eletti sono tutti repubblicani. I democratici l’hanno colto come un’ulteriore prova del fatto che i diritti riproduttivi sono sotto attacco.

L’assemblea legislativa dell’Alabama ha approvato il disegno di legge il giorno dopo che un simile sforzo per proteggere l’industria della fecondazione in vitro a livello federale è stato ostacolato dal Congresso.

Mercoledì la senatrice repubblicana statunitense Cindy Hyde-Smith del Mississippi ha bloccato il tentativo dei democratici di approvare una legislazione federale che garantirebbe l’accesso ai trattamenti e alle strutture di fecondazione in vitro senza timore di essere perseguiti, proteggendo allo stesso tempo i fornitori di fecondazione in vitro e le compagnie di assicurazione sanitaria.

La fecondazione in vitro, o fecondazione in vitro, prevede la combinazione di ovociti e spermatozoi in una capsula di laboratorio per creare un embrione per le coppie che hanno difficoltà a concepire.

L’Alta Corte dell’Alabama ha emesso la sua sentenza in risposta alle cause legali di tre famiglie contro una clinica per la fertilità e un ospedale per non aver salvaguardato adeguatamente i loro embrioni congelati, con conseguente loro distruzione quando un paziente vi ha avuto accesso impropriamente.

La sentenza si basava sull’emendamento statale sulla sacralità della vita del 2018 alla costituzione statale approvato dagli elettori che sostiene “la sacralità della vita non ancora nata e i diritti dei bambini non ancora nati”.

Venerdì, l’ufficio del procuratore generale dell’Alabama ha dichiarato di non avere “alcuna intenzione” di perseguire i fornitori di fecondazione in vitro o le famiglie che utilizzano i loro servizi.

Ultime Notizie

Back to top button