La marcia #MeToo in Italia esclude gli israeliani dice Di Segni – Politica

La marcia per la Festa della Donna di venerdì a Roma, organizzata dal movimento italiano #MeToo Non Una Di Meno, esclude le donne israeliane perché il suo manifesto chiede un cessate il fuoco a Gaza “per fermare il genocidio” e la fine dell'”apartheid e dell’occupazione coloniale”. in Palestina”, ha detto giovedì all’COLORnews la presidente dell’Unione delle comunità ebraiche italiane, Noemi Di Segni.


Di Segni ha detto che il corteo “transfemminista” dell’8 marzo “non è assolutamente aperto a tutti.


“Non è stato il 25 novembre (l’ultima marcia del genere) e non è nemmeno adesso.


“Il manifesto evidenzia che c’è un solo tipo di dolore e di orrore da denunciare, rispetto ai mille che ce ne sono nel mondo, e già questo spiega che è stata fatta una scelta di campo, di stare da una parte sola”.


Di Segni ha implicitamente suggerito che la marcia del ramo italiano del movimento contro la cultura patriarcale dell’abuso sessuale e dello stupro abbia ignorato la sofferenza causata dai brutali attacchi di Hamas che hanno innescato la risposta dura di Israele il 7 ottobre.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI © Copyright COLORnews

Ultime Notizie

Back to top button