La Nigeria dichiara crisi di colera e vara misure di emergenza

Le autorità nigeriane hanno dichiarato l’emergenza nazionale e hanno attivato operazioni di risposta per controllare la diffusione di un’epidemia di colera che ha ucciso più di 50 persone.

Il Centro nigeriano per il controllo delle malattie, o NCDC, ha dichiarato martedì che la sua decisione di attivare il centro nazionale per le operazioni di emergenza del colera fa seguito a una valutazione del rischio condotta dalle autorità la scorsa settimana.

L’NCDC ha affermato che la valutazione ha evidenziato che il Paese è ad alto rischio di contrarre la malattia e che il tasso di mortalità del colera è pari al 3,5% dei casi.

Finora, su oltre 1.500 casi registrati nel Paese, sono morte 53 persone. La più grande città e centro economico della Nigeria, Lagos, è la più colpita.

“Dopo aver considerato tutti i dettagli disponibili, c’è ancora una tendenza in aumento di casi sospetti a livello nazionale”, ha affermato Jide Idris, direttore generale dell’NCDC. “Abbiamo quattro livelli di rischio: basso, medio, alto e molto alto. Abbiamo riscontrato più casi in più stati rispetto all’anno scorso”.

Le autorità sanitarie nazionali affermano che lavoreranno con le autorità statali interessate per garantire una rapida individuazione, analisi e gestione dei casi.

L’ultima epidemia arriva mentre l’Unione Europea ha promesso milioni per aiutare a finanziare la produzione di vaccini in Africa. Il continente dipende dalle importazioni per oltre il 90% delle dosi di vaccino.

La settimana scorsa, l’NCDC ha affermato che la Nigeria non disponeva di vaccini contro il colera ed è in attesa di nuove forniture.

L’analista della sanità pubblica Chukwunonso Umeh ha affermato che la minaccia è seria.

“Sono felice che il governo abbia effettivamente dichiarato lo stato di emergenza su questo argomento”, ha detto Umeh. “Il livello virulento è molto alto, quindi c’è la possibilità di trasmutazione; in termini di gravità dei sintomi, è un po’ più alto e anche la velocità con cui viene trasmesso è più alta.”

Il colera è una malattia stagionale in Nigeria e le autorità avvertono che l’impatto potrebbe peggiorare con la stagione delle piogge.

La malattia si diffonde attraverso cibo e acqua contaminati, provocando grave diarrea e morte se non trattata.

Umeh ha affermato che i problemi socioeconomici stanno influenzando il modo in cui la malattia colpisce i nigeriani.

“Il colera è una malattia legata all’igiene”, ha detto Umeh. “Con le attuali difficoltà nel paese, le persone stanno lottando… ci sono molti fattori di rischio a cui sono esposte. Non si conosce la fonte dell’acqua che usano per produrre alcuni di questi alimenti. Uno Una delle cose fondamentali per minimizzare questo problema per ora è migliorare la consapevolezza di ciò che le persone dovrebbero fare, sensibilizzare le persone, mobilitare la comunità.”

Nel 2018, la Nigeria ha registrato 830 morti a causa di oltre 42.000 casi di colera, il numero più alto degli ultimi anni.

Ultime Notizie

Back to top button