La nuova legge svedese sul congedo parentale paga i nonni per prendersi cura dei nipoti

Copenhagen, Danimarca –

Lunedì la Svezia ha varato una nuova legge rivoluzionaria che consente ai nonni di subentrare e usufruire di un congedo parentale retribuito mentre si prendono cura dei nipoti per un massimo di tre mesi a partire dal primo anno di vita del bambino.

Lo sviluppo arriva dopo che il parlamento svedese, il Riksdag da 349 seggi, ha approvato lo scorso dicembre la proposta del governo sul trasferimento dell’indennità parentale. Ciò avviene 50 anni dopo che il paese scandinavo è diventato il primo al mondo a introdurre il congedo parentale retribuito per i padri e non solo per le madri.

In base alla legge, i genitori possono trasferire parte del loro generoso congedo parentale ai nonni del bambino. Una coppia di genitori può trasferire un massimo di 45 giorni ad altri, mentre un genitore single può trasferire 90 giorni, secondo la Social Insurance Agency, un’agenzia governativa che amministra il sistema di assicurazione sociale.

Questo paese scandinavo di 10 milioni di abitanti, noto per il suo sistema di previdenza sociale finanziato dai contribuenti, ha costruito nel corso delle generazioni una società in cui i cittadini vengono accuditi dalla culla alla tomba.

In Svezia, hai diritto a essere completamente assente dal lavoro quando nasce tuo figlio. L’indennità parentale viene erogata per 480 giorni, ovvero circa 16 mesi, per figlio. Di questi, la compensazione per 390 giorni è calcolata in base al reddito completo di una persona, mentre per i restanti 90 giorni, le persone ricevono un importo fisso di 180 corone (17 $) al giorno.

In Svezia i genitori possono usufruire anche di altri vantaggi: possono lavorare ore ridotte fino a quando il bambino non compie 8 anni, mentre i dipendenti pubblici possono usufruire di tali ore ridotte fino a quando il bambino non compie 12 anni.

Alexandra Wallin dell’agenzia ha dichiarato all’emittente televisiva svedese SVT che la nuova legge “offrirà maggiori opportunità”.

Tuttavia, ha affermato, le regole per i nonni sono le stesse dell’assegno parentale ordinario e richiedono che la persona sia assicurata per l’assegno parentale, cosa che la maggior parte delle persone in Svezia fa.

Ci sono delle condizioni per l’indennità parentale: un pensionato può anche usufruire del congedo parentale, ad esempio, nel qual caso la compensazione si basa sulla pensione della persona. Una persona non può cercare lavoro o studiare durante il periodo in cui riceve l’indennità parentale.

Nella cittadina centrale di Avesta, circa 140 chilometri (87 miglia) a nord-ovest di Stoccolma, Ritva Kärkkäinen ha detto a SVT che sta valutando la possibilità di prendersi una pausa dal lavoro per prendersi cura dei suoi nipoti.

Nel 1974, la Svezia ha sostituito il congedo di maternità specifico per genere con un congedo parentale per entrambi i genitori. All’epoca, la cosiddetta assicurazione parentale consentiva ai genitori di prendersi sei mesi di ferie per figlio, con ogni genitore che aveva diritto alla metà dei giorni.

Tuttavia, dopo quella mossa, solo lo 0,5% del congedo parentale retribuito è stato preso dai padri, secondo l’Agenzia delle assicurazioni sociali. Oggi, i padri in Svezia prendono circa il 30% del congedo parentale retribuito, ha affermato l’agenzia.

Ultime Notizie

Back to top button