La nuova lista delle lucertole rare in pericolo di estinzione potrebbe rallentare le trivellazioni di petrolio e gas negli Stati Uniti

I funzionari federali della fauna selvatica hanno dichiarato venerdì una rara lucertola nel sud-est del New Mexico e nel Texas occidentale una specie a rischio di estinzione, citando il futuro sviluppo energetico, l’estrazione della sabbia e il cambiamento climatico come le maggiori minacce alla sua sopravvivenza in uno dei bacini di petrolio e gas naturale più redditizi del mondo.

“Abbiamo stabilito che la lucertola artemisia delle dune è in pericolo di estinzione in tutto il suo areale”, ha affermato l’US Fish and Wildlife Service. Si è concluso che la lucertola è già “funzionalmente estinta” nel 47% del suo areale.

Secondo i biologi, gran parte dell’habitat rimanente della lucertola marrone chiaro e spinosa, lunga 6,5 ​​centimetri, è stato frammentato, impedendo alla specie di trovare compagni oltre a quelli che già vivono nelle vicinanze.

“Anche se non ci fosse un’ulteriore espansione dell’industria petrolifera e del gas o dell’estrazione della sabbia, l’impronta esistente di queste operazioni continuerà a influenzare negativamente la lucertola artemisia delle dune in futuro”, ha affermato il servizio nella sua decisione finale, pubblicata nel Federal Registrati.

La decisione pone fine a due decenni di scaramucce legali e normative tra il governo degli Stati Uniti, gli ambientalisti e l’industria del petrolio e del gas. Gli ambientalisti hanno accolto favorevolmente la mossa, mentre i leader del settore l’hanno condannata come una minaccia alla futura produzione di combustibili fossili.

La decisione fornisce una “ancora di salvezza per la sopravvivenza” per una specie unica la cui “unica colpa è stata occupare un habitat che l’industria dei combustibili fossili ha voluto strappargli via”, ha affermato Bryan Bird, direttore del Southwest per Defenders of Wildlife.

“La lucertola artemisia delle dune ha trascorso troppo tempo a languire in un vaso di Pandora di avanti e indietro politici e amministrativi, anche se la sua popolazione era in caduta libera verso l’estinzione”, ha detto Bird in una nota.

La Permian Basin Petroleum Association e la New Mexico Oil & Gas Association hanno espresso disappunto, affermando che la determinazione va contro la scienza disponibile e ignora gli sforzi di conservazione di lunga data sponsorizzati dallo stato su centinaia di migliaia di acri e l’impegno di milioni di dollari in entrambi gli stati.

“Questo elenco non porterà alcun beneficio aggiuntivo alla specie e al suo habitat, ma potrebbe essere dannoso per coloro che vivono e lavorano nella regione”, hanno affermato il presidente della PBPA Ben Shepperd e il presidente e amministratore delegato della NMOGA Missi Currier in una dichiarazione congiunta, aggiungendo che lo vedono. come un’estensione federale che può danneggiare le comunità.

Gli scienziati dicono che le lucertole si trovano solo nel bacino del Permiano, la seconda area più piccola di qualsiasi lucertola nordamericana. I rettili vivono nelle dune di sabbia e tra le querce lucenti, dove si nutrono di insetti e ragni e si rintanano nella sabbia per proteggersi dalle temperature estreme.

Gli ambientalisti hanno presentato per la prima volta una petizione per la protezione della specie nel 2002, e nel 2010 i funzionari federali hanno ritenuto che fosse giustificata. Ciò ha suscitato la protesta di alcuni membri del Congresso e delle comunità che fanno affidamento sullo sviluppo del petrolio e del gas per creare posti di lavoro e entrate fiscali.

Diversi legislatori repubblicani hanno inviato una lettera ai funzionari dell’amministrazione Obama chiedendo di ritardare una decisione finale e, nel 2012, i funzionari federali hanno deciso di non inserire nell’elenco la lucertola artemisia delle dune.

L’allora ministro degli Interni americano Ken Salazar disse all’epoca che la decisione era basata sulla “migliore scienza disponibile” e sugli accordi volontari di conservazione in vigore nel New Mexico e in Texas.

Il Fish and Wildlife Service ha affermato nella decisione di venerdì che tali accordi “hanno fornito, e continuano a fornire, molti benefici per la conservazione” della lucertola, ma “sulla base delle informazioni che abbiamo esaminato nella nostra valutazione, concludiamo che il rischio di estinzione per la lucertola La lucertola artemisia delle dune è alta nonostante questi sforzi.”

Tra le altre cose, la rete stradale continuerà a limitare i movimenti e a facilitare la mortalità diretta delle lucertole di artemisia delle dune causata dal traffico, mentre lo sviluppo industriale “continuerà ad avere effetti marginali sull’habitat circostante e a indebolire la struttura delle formazioni di dune di sabbia. “

Ultime Notizie

Back to top button