La nuova serie di film al Lincoln Center presenterà le immagini di New York

Il Lincoln Center sta avviando una nuova serie di film intitolata “Seeing the City: Avant-Garde Visions of New York”, che presenterà documentari e film sperimentali realizzati e riguardanti New York City.

La serie, che inizierà venerdì, includerà esclusivamente film provenienti dalla collezione della Film-Maker’s Cooperative, la nota associazione cinematografica no-profit fondata nel 1961 da Andy Warhol, Jonas Mekas, Shirley Clarke, Stan Brakhage, Jack Smith, Lionel Rogosin, Gregory Markopoulos e Lloyd Michael Williams.

L’iniziativa gestita da artisti è stata progettata per dare ai registi il ​​controllo creativo sul proprio lavoro e mira a diffondere la sua collezione a livello internazionale, ospitando sponsorizzazioni e residenze.

I film del collettivo sono raggruppati in 10 programmi a tema, tra cui “Moving Through the Metropolis: Transit Images”, “The Postwar City Symphony”, “Gentrification and Urban Renewal”, “Off to the Beach: Coney Island” e altro ancora.

La serie comprende film di personaggi acclamati del cinema sperimentale come Shirley Clarke, DA Pennebaker e persino Arthur “Weegee” Felig, noto per essere un fotografo di strada in bianco e nero che passò al cinema più avanti nella sua carriera.

Molti dei film verranno proiettati su copie 16mm.

“New York è forse la città più rappresentata in tutto il cinema, ma le persone generalmente hanno familiarità con il modo in cui è stata rappresentata nei film di fiction commerciale”, ha detto Dan Sullivan, programmatore cinematografico al Lincoln Center e organizzatore della serie. “La vista dal sottosuolo è altrettanto ricca, se non addirittura più ricca.”

Sebbene questi film esprimano la natura stratificata di New York, alcuni di essi affrontano anche le attuali questioni relative alle divisioni di classe e razza e alla gentrificazione che da tempo colpiscono alcuni residenti della città.

Uno dei film che fa parte del tema “Gentrificazione e rinnovamento urbano” fa addirittura riferimento allo stesso Lincoln Center, documentando la distruzione di San Juan Hill, il quartiere portoricano reso popolare da Storia del lato ovest che è stato sgomberato per far posto al teatro e alle proprietà riqualificate.

“Questi sono luoghi che nella storia del cinema sono stati trattati in modo estremamente divisivo e problematico”, ha affermato Tom Day, direttore esecutivo della Film Maker’s Cooperative. “Ma questi sono film realizzati da persone che vivevano in queste comunità, vivevano in questi spazi, e erano in grado di articolare una visione molto più radicata nella realtà.”

Questa serie inizierà venerdì 3 maggio e durerà fino a martedì 7 maggio. I biglietti d’ingresso generali partono da $ 17, che possono essere trovati sul sito web del Lincoln Center.

Ultime Notizie

Back to top button