Esteri

La pizzeria di Napoli aggiunge la tariffa del gas alla bolletta mentre i prezzi dell’energia in Italia salgono alle stelle

I bar e i ristoranti italiani devono affrontare bollette energetiche paralizzanti.

Una storica pizzeria napoletana ha pubblicato uno scontrino “provocatorio” addebitando ai clienti un contributo nominale per le bollette del gas poiché i prezzi dell’energia in Italia continuano a salire.

La Pizzeria Gorizia, aperta nella città del sud Italia più di un secolo fa, ha acceso il dibattito sui social media mentre i ristoratori italiani – e i loro clienti – combattono l’aumento delle bollette di gas ed elettricità.

Ciò ha spinto molti bar e ristoranti in Italia ad aumentare i prezzi, insieme ad altre misure di riduzione dei costi, tra cui la chiusura anticipata o l’uso delle candele, per sopravvivere.

Nel caso della Pizzeria Gorizia, il titolare Salvatore Grasso si è detto “con le spalle al muro” dopo aver ricevuto una bolletta energetica di 8.300 euro, il triplo rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Grasso ha detto che le bollette ingenti lo hanno costretto ad “aggiustare” il prezzo di una pizza Margherita nel suo ristorante da 6,50€ a 8€, con il prezzo dell’asporto che sale da 4,50€ a 5,50€.

Nello scontrino dettagliato pubblicato online – che non ha valore fiscale – la pizzeria ha addebitato 0,50 euro per il gas, 1,20 euro per l’energia e 1,50 euro per l’affitto. Grasso ha detto che la sua “provocazione” è servita da “spiegazione” per i suoi aumenti di prezzo.

Il dibattito nasce nel mezzo di una campagna nazionale di bar e ristoranti per esporre pubblicamente le loro bollette energetiche “mostro” per evidenziare la grave situazione affrontata dagli imprenditori italiani che affermano di trovarsi di fronte a due scelte: aumentare i prezzi o chiudere.

Photo Il Mattino

Ultime Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button